Sorrento / Castellammare spunta Manniello contro Di Nardo, il PD convocato. Cuomo aspetta “Sabato il responso”

0

La Penisola Sorrentina parla e Castellammare di Stabia fa i fatti. Nello Di Nardo, sbattute le porte a Italia dei Valori e al ruolo di capo della protezione civile della Regione Campania è passato armi e bagagli a Forza Italia per un posto al Senato, Toni Pannullo, contestato sindaco stabiese, con un PD diviso, lancia l’asso nella manica del presidente della Juve Stabia Franco Manniello, già UDC. Oltre Castellammare c’è solo Luca Mascolo sindaco di Agerola che tace, l’attuale presidente dell’ente idrico campano avrebbe le carte in regola per diventare deputato PD, fra l’altro vicinissimo a Renzi. Il PD della Penisola Sorrentina , da Vico Equense a Massa Lubrense, col coordinatore Antonio D’Aniello consigliere comunale di Piano di Sorrento, alza la voce per esprimere una propria candidatura, ma le cose sembrano decise dai vertici senza se ne ma, ultima notizia la convocazione a Napoli dal segretario Massimo Costa giovedì , per prendere atto delle scelte del partito . Peppe Tito , sindaco di Meta, cerca di smarcarsi da Costa e Mario Casillo, e ha dato già la sua disponibilità “Mi metto a disposizione del partito”, ha detto a Positanonews. Il  sindaco di Sant’Agnello Piergiorgio Sagristani avrebbe avuto delle possibilità, ma è stretto fra due coalizioni, in mancanza di espressioni in penisola potrebbe candidarsi nella Lista Lorenzin vicina al PD . Nel Movimento Cinque Stelle potrebbe essere candidato Rosario Lotito del Movimento Cinque Stelle. Giuseppe Cuomo sindaco di Sorrento è in attesa , forse lui è quello che sembra avere ancora qualche chance con Forza Italia “Lo sapremo a fine settimana”, ci dice. I giorni passano velocemente e il territorio rischia di non avere candidati salvo, forse, qualcuno di bandiera.