Sorrento, al ristorante “La Basilica” una entusiasmante serata a 5 Stelle per l’aria pulita.

0

 

Ben oltre le aspettative è stato il risultato ottenuto dai promotori dell’iniziativa. Una ulteriore dimostrazione che su determinate ed importanti tematiche,la città ed il territorio, a differenza degli amministratori, risponde con sensibilità e convinzione. Con la partecipazione,tra i tavoli di una sala affollata, dei parlamentari Puglia, Gallo, l’europarlamentare Isabella Adinolfi ed consiglieri regionali e comunali,a tanti non è sfuggito che la splendida atmosfera stava tuttavia ad indicare in concreto l’inizio di un nuovo ed entusiasmante percorso che presto potrebbe stravolgere il nostro immediato futuro. Un grazie particolare oltre  a Rosario Lotito e Salvatore Mare per il M5S al patron Paolo Esposito per la solita  puntuale,squisita ospitalità.

 

Sorrento – L’invito del Movimento 5 stelle e del MeetUp Penisola sorrentina era stato la partecipazione ed il territorio non ha deluso! Stracolma si è rivelata essere la sala del ristorante ” La Basilica” a Sorrento per assaggiare la pizza e contribuire pertanto all’iniziativa del M5S  per la raccolta fondi. Il cui scopo è quello di poter fornire la penisola sorrentina di una  rete di monitoraggio dell’aria. Una iniziativa, che visto l’aumento indiscriminato di particolari patologie tumorali lungo il territorio e la totale ed assurda indifferenza della amministrazioni comunali ai continui inviti di adoperarsi in tal senso,il Movimento 5 stelle ha deciso di fare sua. Autotassandosi e conferire mandato all’ing. Pasquale Donadio ed al dott. Mariano Peluso, ideatori del progetto tutto partenopeo “Smart Nose Dust”, affinchè tale importante problematica possa avere quanto meno la dovuta conoscenza e sensibilità da parte della cittadinanza sorrentina.  Un progetto che comprende la realizzazione di dispositivi elettronici con sensori laser, atti alla misurazione di Pm10, Monossido di Carbonio, VOC e temperatura dell’aria cittadina, da installare in postazioni fisse nei tratti più trafficati dei comuni peninsulari.
La fase di progettazione, ha dichiarato durante la serata il dr. Peluso, è già stata ultimata e presto i dispositivi saranno in grado di trasmettere h24, in tempo reale e via WiFi i dati rilevati che, raccolti in un database, saranno istantaneamente fruibili da tutti i cittadini, consultando il portale Smart Nose Dust.

Soddisfazione da parte degli organizzatori della serata, sia per il risultato raggiunto, in termini di contributo sia per la partecipazione e l’entusiasmo con il quale la cittadinanza ha risposto all’iniziativa organizzata dal M5S. Particolare è stato il calore e l’allegria trasmessa dai parlamentari e consiglieri regionali e comunali che hanno servito la pizza ai tavoli. Il senatore Sergio Puglia ,il deputato Luigi Gallo hanno confermato il loro impegno per il territorio sorrentino. Tra l’altro evidenziata la sempre attuale  problematica Gori e soprattutto  tematiche legate al futuro del turismo, che sarà una priorità per un Governo a 5 Stelle, senza dimenticare la problematica relativa al sussidio di disoccupazione Naspi che coinvolge tante famiglie di lavoratori stagionali. Oltre al risultato per la raccolta fondi per la rete di monitoraggio dell’aria  quella di ieri sera al ristorante “La Basilica” è stata senz’altro una serata in cui, forse per la prima volta,per un territorio sotto certi versi ostile a determinate novità,si sentiva nell’aria la sensazione di una partecipazione particolare. Di forte positività, verso un futuro che sotto vari aspetti presto potrebbe essere diverso. Oltre ad un ringraziamento a tutti coloro che con entusiamo hanno contribuito alla riuscita della iniziativa, riconoscenza e gratitudine non può non andare al ristorante la Basilica ed al patron Paolo Esposito che con la sua puntuale e forse unica ospitalità ha contribuito ancora una volta che la sensibilità e l’apertura verso tali importanti iniziative, visto l’inerzia delle amministrazioni comunali, siano una peculiarità  anche del nostro territorio. – 06 gennaio 2017 – salvatorecaccaviello.