Sorrento,dopo il restyling di Corso Italia, ora si agisca per la sicurezza in Via Degli Aranci.

1

Con l’eliminazione della sosta a pagamento e la carreggiata libera,di sicuro si registrerà un inevitabile aumento della velocità. Problematica che nonostante tragici incidenti, l’Amministrazione comunale sinora non è riuscita a risolvere.

Sorrento – Con il restyling del Corso Italia e la sua probabile totale pedonalizzazione, ha costretto l’Amministrazione comunale ad agire sull’unica alternativa possibile affinché non si crei un perenne ingorgo di traffico nel centro città, ossia rendere più scorrevole il traffico in Via Degli Aranci. L’eliminazione delle strisce blu è senz’altro un provvedimento che dovrebbe avere, con l’opportuna vigilanza e la collaborazione dei cittadini la sua efficacia. Due punti fondamentali, circa i quali però, in molti continuano a nutrire forti dubbi. L’insufficienza e talvolta la non ottimale gestione del personale di Polizia Municipale ma sopratutto la male educazione da parte degli automobilisti (che tuttora si continua a registrare in una località dalla visibilità internazionale come Sorrento),rappresentano due varianti che potrebbero complicare i piani del Comune. A tale proposito iniziare ad agevolare i residenti  con tariffe ridotte la sosta nei parcheggi adiacenti alla strada sarebbe una alternativa ideale. Inoltre secondo molti cittadini la carreggiata libera da ostacoli (rappresentati finora dalle auto in sosta), incentiverà un inevitabile aumento della velocità da parte dei tanti scalmanati che in aumento circolano sulle nostre strade. Problematica che di sicuro si ripresenterà, con tutta la sua gravità, con l’avvento della bella stagione. Quando l’uso degli scooters è più frequente ed una strada libera e rettilinea porta spesso i centauri a non rispettare le più comuni regole del codice e del buon senso. Come è noto negli ultimi anni vari sono stati gli incidenti che hanno visto coinvolti, in modo talvolta anche tragico, cittadini vittime di sconsiderate manovre, da parte di centauri, spesso caratterizzate dalla alta velocità. Ciò nonostante l’Amministrazione Cuomo non è riuscita mai a varare in maniera forte e concreta dei provvedimenti atti a ridurre in modo drastico la velocità, lungo via Degli Aranci. Assicurando in tal modo, sopratutto ai pedoni, una circolazione senza alcun pericolo. All’indomani di ogni incidente è stato sempre promesso di intervenire in tal senso ma sempre con scarsi risultati. Ora che la problematica si presenta con tutta la sua gravità, l’Amministrazione comunale non può non ignorarla, ed aspettare il prossimo inevitabile tragico incidente per ritornare sull’argomento. Agendo sulla riduzione velocità magari applicando delle misure drastiche con meccanismi di controllo, quali telecamere fisse oppure con centraline di dissuasione e controllo della velocità. A tale proposito la sicurezza sugli attraversamenti pedonali diventa fondamentale. Un argomento che sebbene dal comune abbiano fatto sapere di aver agito potenziando l’illuminazione, molti cittadini lamentano ancora una scarsa attenzione.

Come è noto un’elevata percentuale degli incidenti mortali sugli attraversamenti pedonali si verifica durante le ore notturne. Diventa quindi fondamentale segnalare ed illuminare in modo efficace l’attraversamento pedonale per incoraggiare il pedone ad usarlo, quando l’attraversamento è opportunamente segnalato ma sopratutto illuminato. La scarsa illuminazione e la scadente qualità della luce sono le cause che rendono meno visibile il pedone. Quindi la percezione dell’ostacoloda parte dell’automobilista diventa fondamentale. Vari sono i metodi usati in altre località per aumentare la sicurezza in prossimità degli attraversamenti pedonali, in modo tale che sia gli automobilisti che i centauri siano costretti a rallentare e dare precedenza ai pedoni. Come il pitturare l’asfalto in prossimità degli attraversamenti con vernici visibili, oppure rialzare l’attraversamento, ma sopratutto segnalarlo con luci intermittenti ed illuminarlo adeguatamente. Ultimamente in varie località europee sono comparsi gli attraversamenti pedonali con strisce ad effetto 3D,ovvero disegnare gli attraversamenti in maniera da “ingannare” l’occhio e far sembrare le strisce pedonali dei parallelepipedi appoggiati sull’asfalto. In ogni caso una buona vigilanza e l’uso di meccanismi di controllo e successive pesanti sanzioni potrebbero tuttora essere degli espedienti molto efficaci, affinchè via Degli Aranci possa essere sotto ogni aspetto una strada sicura. Tuttavia oltre all’Ammimìnistrazione che è invitata ad intervenire in modo concreto ed efficace, molto dipende anche dai cittadini che oltre alla buona educazione al volante, sono chiamati a rivoluzionare il loro modo di vivere la città, usando l’auto oppure lo scooter soltanto quando è indispensabile. Insomma abituiamoci, oltre che passeggiare sul restyling del Corso Italia, a spostarci,anche lungo le altre strade della nostra città, in modo salutare, a piedi! – 22 dicembre 2017 –salvatorecaccaviello.