Agropoli, è lotta al randagismo. Coppola incontra i volontari: varato un progetto con la collaborazione dell’Asl

0

Agropoli. Microchippature e sterilizzazioni gratuite e attivazione di un ambulatorio di primo soccorso. Sono alcune delle azioni che metterà in atto l’amministrazione del sindaco Adamo Coppola, di cui si è discusso nel corso del tavolo tecnico sul randagismo. «Porremo rimedio – afferma – al randagismo in collaborazione con volontari e Asl. Ci muoveremo, nell’immediato, per frenare le cucciolate incontrollate, avviando campagne di microchippatura gratuite e un accordo con privati per le sterilizzazioni e per soccorrere gli animali feriti. Daremo una risposta definitiva al problema relativo ai soccorsi dei randagi feriti attivando un ambulatorio. Inizialmente non risulterà semplice, ma con il trascorrere del tempo, anche con l’ausilio di controlli costanti dei vigili urbani, porterà ad arginare il problema». L’incontro ha visto a confronto amministrazione e associazioni animaliste del territorio. «Avere a cuore le sorti del proprio cane o gatto e non abbandonarlo – dichiara il vicesindaco Elvira Serra – è un atto prima di tutto di civiltà. Ma se la coscienza civica viene a mancare, il Comune ha il dovere di dare risposte». All’incontro hanno partecipato oltre Coppola e Serra anche il consigliere Luigi Framondino; il comandante della polizia municipale Maurizio Crispino; i rappresentanti di alcune associazioni di volontariato, tra cui Ilaria Procida, Valentina Abbruzzese, Patrizia Pulga, Romeo Moschillo, Rossella Lettieri, Vincenzo D’Andrea; le rappresentanti del servizio veterinario Tiziana Milano e Vincenzo Squillaro. Il problema randagismo sarà affrontato secondo un preciso cronoprogramma: in primis verranno promosse giornate dedicate alla microchippatura gratuita, già dal mese in corso. Il Comune chiederà all’Asl i locali del pianterreno dell’ospedale per adibirli ad ambulatorio veterinario. Verrà operato un accordo col proprietario dell’ex canile di Cicerale per far sì che i cani, di proprietà dell’ente, presenti ad Acerra, siano portati a pochi chilometri da Agropoli per favorire un controllo quotidiano e le adozioni. Nell’imminente futuro sarà poi individuata un’area di sgambatura e una spiaggia “pet friendly”. (La Città)