Sorrento . Guglielmina Ciampa “Percorso meccanizzato sono per il pubblico. Il prossimo sindaco? Forse non è tra noi

1

Sorrento . Guglielmina Ciampa “Percorso meccanizzato sono per il pubblico. Il prossimo sindaco? Forse non è tra noi. Guglielmina Ciampa, consigliere comunale di maggioranza del gruppo “Il Ponte”, consigliere della Città Metropolitana di Napoli, ex Provincia, è fra le papabili a far l’assessore col sindaco Giuseppe Cuomo, la incontriamo a Piano e facciamo quattro chiacchiere. Una persona di polso e attiva “Non posso fare l’assessore perchè non potrei lavorare e neanche pensare a chi mi vota, frutto solo del mio lavoro non di altro. Mettersi a far l’assessore significa dover abbandonare tutto per stare al Comune, ma la gente non mi cerca al comune e io devo stare dove mi cerca” Come sta andando l’amministrazione, si potrebbe far di più? “Si potrebbe far di più sicuramente, ma le critiche piovute da alcuni cittadini non sempre sono critiche costruttive o condivisibili, a volte sono critiche solo perchè si è contro e sono spesso molto esagerate” Percorso meccanizzato che ne pensi, si farà e come? “Io sono per il pubblico perchè è un affare economico che deve rimanere ai cittadini, ma non solo per questo è anche strategico per la città ma a pensarla come me tutto il gruppo del Ponte, in verità la maggioranza è divisa per questo non si è fatta alcuna decisione, ma a questo punto credo che non se ne farà nulla ” Chi verrà scelto per fare il nuovo sindaco? “Non si sa ancora, si parla di Mario Gargiulo e Massimo Coppola, entrambi hanno lavorato bene, Mario nel suo campo, Massimo ha fatto molto con i giovani, poi c’è la De Angelis, ma al momento non sembra che il candidato sindaco nuovo possa essere fra di noi, potrebbe uscire qualcuno dall’esterno” Peppino Cuomo candidato alla Camera? “E’ difficile. Dipende dalla posizione in ogni caso lui vorrebbe farlo, vedremo. Come sindaco ha una grande flemma che è sua forza, l’educazione, la capacità di ascoltare e il dialogo sono sue caratteristiche, ascolta poi magari alla fine fa quello che dice lui, ma è anche giusto che il sindaco abbia l’ultima parola…