Sorrento, il Comune accoglie la richiesta del Movimento “22 dicembre” sulla scuola di Cesarano

0

A seguito della segnalazione,del recente avviso da parte del Ministero, avviate tutte le attività per la partecipazione di una proposta progettuale per il recupero dell’edificio scolastico chiuso nel marzo del 2014.

Sorrento –  Non è passato inosservato, agli attivisti del Movimento “22 dicembre”, l’avviso pubblico del Ministero dell’Istruzione circa la presentazione di proposte progettuali, per la “realizzazione di messa in sicurezza e riqualificazione degli edifici pubblici adibiti ad uso scolastico”. Una grossa opportunità per gli enti locali alle prese con la sempre attuale problematica della messa in sicurezza degli edifici scolastici. Infatti tra gli interventi ammissibili figurano: l’adeguamento e il miglioramento sismico ,l’accessibilità ed il superamento delle barriere architettoniche. l’efficientamento energetico, la bonifica dall’amianto e da altri agenti nocivi, nonchè l’attrattività delle scuole, intesa come miglioramento della qualità ed ammodernamento degli spazi per la didattica e realizzazione di spazi funzionali per lo svolgimento di servizi accessori agli studenti finalizzati alla riqualificazione e al miglioramento della fruibilità degli spazi (interni ed esterni), anche per promuovere una idea di scuola aperta al territorio e alla comunità”.

  Un’ottima notizia che il Movimento, in linea con le tempistiche dettate dai bandi di riferimento, attraverso una missiva trasmessa al sindaco Giuseppe Cuomo, ha tenuto ad informare l’Amministrazione comunale dell’iniziativa da parte del Ministero. Di verificare pertanto la possibilità di candidare la città di Sorrento a partecipare al bando per l’assegnazione dei fondi “Pon – Fondo europeo di sviluppo regionali” per interventi di riqualificazione delle scuole cittadine.  Le risorse stanziate ammontano complessivamente a 350milioni di euro, da distribuire tra cinque regioni: Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. – La validità della richiesta ha trovato immediatamente consenso da parte dei vertici dell’amministrazione che tramite l’Assessore alla Manutenzione, Rachele Palomba, ha comunicato che il Comune ha intrapreso tutte le attività necessarie, per la partecipazione e la presentazione di una proposta progettuale per il recupero della scuola di Cesarano.

A tale proposito bisogna ricordare che di recente il Comune tramite il responsabile dell’Ufficio Tecnico ha adottato una determina con la quale si è attivato un procedimento per l’affidamento di indagini, nel sottosuolo dell’edificio. Il quale si ricorda fu chiuso il 28 marzo 2014 a seguito di una serie di dissesti statici riscontrati nelle strutture portanti (verticali ed orizzontali) della struttura. A seguito di successive indagini l’Amministrazione Comunale decise di procedere all’acquisizione di una prima progettazione di livello intermedio per la demolizione e ricostruzione dell’edificio. – 28 novembre 2017 – salvatorecaccaviello.

f