Costiera Amalfitana, lavoratori stagionali in agitazione: prevista manifestazione a Roma martedì 21 novembre

0

Concluso il florido periodo turistico per la Costiera Amalfitana, la maggior parte delle attività ricettive va in letargo per l’inverno, lasciando a casa gli addetti ai lavori, costretti a sostenere le economie delle proprie famiglie con i proventi del lavoro stagionale.

Dopo l’adozione del Jobs Act, i lavoratori stagionali in balìa della precarietà e la disoccupazione involontaria, stanno provando dal 2015 la riduzione degli ammortizzatori sociali, in seguito al recente riordino delle indennità di disoccupazione. Molti lavoratori che hanno già maturato in passato Aspi e mini Aspi, si vedono così decurtati i tempi e le quote di indennità con la Naspi, ossia la Nuova prestazione di Assicurazione Sociale per l’Impiego, in cui la nuova indennità di disoccupazione è pagata per un tempo pari alla metà delle settimane di contribuzione accreditate al lavoratore negli ultimi 4 anni, con un massimo di 24 mesi.

Vivere in un territorio difficile come quello della Costiera Amalfitana, annesso con il problema dell’inesistenza di una programmazione di destagionalizzazione del turismo, anche quest’anno porteranno i lavoratori stagionali a muovere una protesta contro questo strumento: il 21 novembre è prevista infatti una manifestazione a Roma, presso Piazza Montecitorio.