Sorrento, il Consigliere Comunale Luigi Di Prisco a fianco dei più deboli in una prossima mobilitazione generale.

0

Sorrento – Con una raccolta firme per la campagna referendaria, che si svolgerà anche a Sorrento sabato 18 e domenica 26 Novembre in Corso Italia nei pressi della Cattedrale, il Segretario Generale della Uila Sorrento, nonché Consigliere comunale, Luigi Di Prisco sollecita la cittadinanza  verso i diritti delle classi più deboli. Una mobilitazione generale a favore dei disoccupati, dei pensionati e a sostegno della genitorialità. I quesiti proposti dalla UILA (Unione Italiana dei lavori Agroalimentari) per i quali si potrà firmare saranno due.

Il primo riguarda la Naspi (indennità di disoccupazione): una proposta con la quale sarà garantito un assegno di disoccupazione dignitoso per tutto il periodo di godimento della NASpI, abrogando il décalage del 3%. Mettendo in tal modo i lavoratori stagionali al riparo di quella che si può senz’altro considerare una beffa per tante famiglie e  che al momento sostiene il reddito al massimo per 24 mesi, ma con un assegno mensile proporzionato alla retribuzione media degli ultimi quattro anni, ridotto del 3% a partire dal quarto mese di percepimento. Ciò significa che oggi chi beneficia dell’assegno per il massimo della sua durata (due anni), alla fine percepisce un importo ridotto di circa il 50% rispetto a quello iniziale. – Inoltre si estenderà l’APE sociale (che come  è noto consiste in un tipo di pensione anticipata a costo zero a cui possono accedere specifiche categorie di lavoratori, come cassaintegrati o disoccupati e per lavoratori che svolgono lavori gravosi .Un tipo di pensione che permette di godere dell’anticipo pensionistico a totale carico dello Stato a differenza di quanto avviene con l’APe Volontaria).

La legge attuale invece fa sì che il beneficio dell’anticipo pensionistico sia precluso a tutti coloro che hanno avuto quale ultimo rapporto di lavoro un contratto a tempo determinato cessato per scadenza del termine, ivi comprese le centinaia di migliaia di lavoratori stagionali che da sempre lavorano solo per determinati periodi dell’anno, in quanto le attività che svolgono sono strutturalmente caratterizzate da picchi stagionali di produzione.

Il secondo quesito referendario riguarda la genitorialità. Con questa proposta l’indennità riconosciuta dall’INPS alle lavoratrici, per tutto il periodo di congedo di maternità obbligatorio di 5 mesi, sarà al 100% della retribuzione essendo oggi invece dell’80%. Il congedo obbligatorio per il padre lavoratore sarà di 30 giorni anziché dei 4 attuali, da usufruire nei primi mesi di vita del bambino in aggiunta al congedo obbligatorio della mamma e saranno retribuiti dall’Inps al 100% della retribuzione.

Tali, in sintesi, i punti salienti dei due quesiti referendari che ancora una volta vede il Consigliere comunale  Di Prisco in prima linea e per i quali si richiede il sostegno della cittadinanza. “E’ giunto il momento della mobilitazione generale politica e sindacale in sostegno delle classi deboli. ha dichiarato Luigi Di Prisco – Pertanto è indispensabile sostenere i due quesiti referendari proposti affinché si possano allargare le tutele ai disoccupati, ai pensionati e in sostegno alla genitorialità. La vicinanza alle classi deboli va dimostrata con i fatti e non con la demagogia o solo alla vigilia delle campagne elettorali per elemosinare il voto ai propri cittadini. La nostra organizzazione qui a Sorrento, – ha aggiunto Di Prisco –  è vicina alle classi deboli da sempre. Non a caso il motto della scorsa competizione elettorale comunale con tutti coloro che mi hanno sostenuto è sempre stato: sempre al fianco dei più deboli. Ora chiedo uno sforzo a tutti coloro che ci hanno sempre appoggiato di darci una mano in questa raccolta firme. I prossimi 18 e 26 Novembre ,dalle 10.00 alle 13.00 saremo per strada per iniziare questa battaglia in favore dei diritti!”. – 14 novembre 2017 .