Vico Equense. Prorogata l’ordinanza anti-tir, transito consentito solo di notte

0

Vico Equense. Il Comune di Vico Equense, questa mattina, ha emesso un’ordinanza che proroga, fino al 7 gennaio 2018, il divieto di transito per il centro urbano dei mezzi pesanti superiori a 7,5 tonnellate che trasportano carburanti, infiammabili o merci pericolose. Possono transitare per il centro cittadino nelle ore notturne, dall’una alle sette del mattino. Circolazione vietata, invece, nelle restanti ore della giornata.

L’Amministrazione Comunale di Vico Equense era stata più volte sollecitata ad attuare misure urgenti per mitigare le conseguenze derivanti dai grossi volumi di traffico che attraversano il centro urbano di Vico Equense, soprattutto per quanto riguarda le problematiche collegate ai veicoli pesanti che trasportano merci pericolose e/o infiammabili e che percorrono la direttrice Castellammare Sorrento e viceversa (corso Filangieri e viale della Rimembranza – via Domenico Caccioppoli – via Santa Sofia – via Roma – corso Filangieri), attraversando il centro di Vico Equense.

Il 09 agosto scorso veniva emessa l’ordinanza n° 190 di limitazione della circolazione dei veicoli che trasportano merci pericolose e/o infiammabili, limitando la circolazione dei questi veicoli oltre 7,5 t., alla fascia oraria 01.00-07.00, per tutte le motivazioni nella stessa esplicitate ed alle quali si rimanda. Questa ordinanza è poi scaduta il 5 novembre scorso.

La motivazione della proroga è da intendersi nell’ottica della prossimità del periodo delle festività natalizie, nel corso del quale l’Amministrazione Comunale ha già programmato una serie di eventi sul territorio comunale, in particolare lungo le strade del centro cittadino dove saranno allestiti stand ed esposizioni di prodotti tipici natalizi.

Per la situazione di emergenza che ha colpito anche aree della costiera sorrentina ed amalfitana, l’Amministrazione Comunale aveva dato indirizzo al comandante della Polizia Municipale Ferdinando De Martino di non procedere immediatamente alla proroga dell’ord. 190/2017, ma di far slittare l’entrata in vigore della proroga di una settimana, al fine di consentire tutte le attività di rifornimento carburanti nel corso del periodo di emergenza.

Il TAR Campania con ordinanza n° 1612/2017, si è pronunciato in merito al ricorso avverso l’Ord. 190/2017, rigettando la richiesta di ordinanza cautelare, sostenendo che: “Rilevato che ad un sommario esame, l’istanza cautelare non appare fondata sotto il profilo del periculum in mora, atteso che è imminente la scadenza di efficacia dell’ordinanza impugnata (05.11.2017); che inoltre, il pregiudizio lamentato dai ricorrenti è meramente economico, sicchè – nel bilanciamento degli interessi proprio della fase cautelare – è da ritenersi prevalente l’interesse pubblico ad un sicuro ed ordinato scorrimento del traffico”.

L’Amministrazione però intende, come da richiesta, convocare i trasportatori del settore, al fine di verificare eventuali possibilità di apportare modifiche al dispositivo della presente ordinanza.