La Costa d’Amalfi si colora di rosa per la prevenzione oncologica delle donne

0

La Costa d’Amalfi in questo mese di ottobre, per la campagna “Nastro Rosa 2017” promossa dalla Sezione Provinciale della LILT di Salerno, con la collaborazione dei Comuni costieri ha acceso l’interesse su questa importante tematica, facendo installare delle illuminazioni rosa presso chiese o monumenti di particolare interesse storico. Furore, Amalfi, Atrani, Ravello e Minori sono i paesi illuminati, da Furore con la chiesa di Santa Maria della Pietà e il percorso di via Mola ad Amalfi la statua di Flavio Gioia. Ad Atrani sono in tinta rosa il caratteristico Santuario di Santa Maria del bando e la chiesa di San Salvatore de Birecto, mentre a Ravello la chiesa dell’Ospedale, i campanili delle chiese di San Giovanni del Toro e di Santa Maria a Gradillo. La Basilica di Santa Trofimena e la Villa Marittima Romana, a Minori.

Insieme alle simboliche luminare la LILT di Salerno sostiene diverse iniziative, come incontri si sensibilizzazione, visite specialistiche ed esami strumentali per la prevenzione oncologica. In calendario ci sono appuntamenti a Minori e Atrani: martedì 17 ottobre a Minori, ci sarà giornata della prevenzione del tumore al seno con visite specialistiche in collaborazione con il “Rotary Club Costiera Amalfitana”, presso lo studio Amato. Giovedì 26 ottobre ad Atrani giornata di prevenzione con screening del melanoma per iniziativa dell’International Inner Wheel.