Scala costa d´ Amalfi ruba soldi in albergo arrestato napoletano

0

Scala costiera amalfitana . Turista con il “vizio” del borseggio. Nemmeno in vacanza, infatti, un vacanziere originario di Napoli è riuscito a tenere a freno l’istinto, mettendo a segno un colpo.
• Ospite a Scala di fronte Ravello sulla costa d’ Amalfi  in una nota struttura ricettiva ha, infatti, rubato ad un’ altra cliente dell’hotel circa 300 euro. Il furto è avvenuto a bordo della piscina, dove la derubata aveva lasciato incustodita la borsetta. Un’opportunitá troppo ghiotta per non approfittarne e, così, originario di Napoli, credendo di essere da solo e, soprattutto, pensando di non essere visto da nessuno, ha dapprima rovistato all’interno dell’accessorio femminile e, quindi, si è impossessato della somma in contanti.
• La scena, tuttavia, è stata notata dalla stessa derubata che ha immediatamente chiesto conto e ragione del gesto allo stesso che, stando alle ricostruzioni fatte dalle forze dell’ordine,  però, a quanto pare, non solo non ha restituito la somma ma l’avrebbe anche minacciata. La donna, però, non si è persa d’animo e ha avvertito i carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Amalfi, coordinati dal capitano Erminio De Nisco, che hanno registrato la denuncia e tratto in arresto il trentatreenne che, dopo le formalitá di rito, è stato condotto alla casa circondariale di Fuorni.
• E le porte del carcere si sono spalancate anche padre e figlio di Tramonti, A. F., 59 anni, e A. F., 18 anni, entrambi pregiudicati, che sono stati sorpresi, in localitá Pietre, mentre accudivano amorevolmente 13 piantine di cannabis indica. I carabinieri del nucleo radiomobile di Amalfi, che probabilmente erano giá sulle loro tracce, li hanno colti con le classiche mani nel sacco, proprio mentre erano intenti ad innaffiare la piccola piantagione di marijuana. Inevitabilmente ai polsi di padre e figlio sono scattate le manette.
Gaetano de Stefano

La Citta di Salerno