“I fuorilega del Nordest” e “I prigionieri dei Savoia” a “..incostieraamalfitana.it”

0

Doppio appuntamento il 3 e 4 luglio a …incostieraamalfitana.it, incontri con i libri, gli autori e gli editori di novità letterarie italiane e straniere in Costa d’Amalfi, prima di un week end ricchissimo di eventi e di premi.  

Domenica 3 Luglio nella Piazza Umberto I di Minori, alle ore 20.30, con Antonio di Giovanni, presidente dell’Associazione Giornalisti Cava-Costa d’Amalfi “Lucio Barone”, e Alfonso Bottone, direttore organizzativo di ..incostieraamalfitana.it, Francesco Gesualdi parlerà de “I fuorilega del  Nordest”, edito da Dissensi.

Riccardo, poco più che ventenne, si avvia felice verso la laurea, quando i suoi genitori perdono entrambi il lavoro.  Per la gente, la colpa è di una comunità di stranieri che  fa concorrenza sleale, pertanto Riccardo aderisce ad una formazione politica decisa a scacciarla. Nel partito, il protagonista, trova un’opportunità di carriera, ma anche motivo di ripensamento perché il percorso è pieno di colpi di scena che lo mettono in crisi. Tuttavia, la vera svolta avviene durante un viaggio in Cambogia, dove Riccardo trova l’amore che gli apre gli occhi sulle miserie del mondo e le vere ragioni della precarietà. Il romanzo che don Luigi Ciotti ha definito “Una narrazione avvincente che persegue con nuovi linguaggi le battaglie di sempre”.

Francesco Gesualdi e’ nato nel 1949, allievo della scuola di Barbiana (è il Francuccio di don Milani), tra altre rilevanti esperienze ha trascorso due anni in Bangladesh per un servizio di volontariato; è uno degli animatori del “Centro nuovo modello di sviluppo” di Vecchiano, che affronta con rigore ed efficacia i temi del disagio economico, sociale, fisico, psichico eambientale sia a livello locale che internazionale, con particolar attenzione al Sud del mondo. Il Centro ha promosso e sta portando avanti importanti campagne per i diritti umani. E’ tra i promotori della Rete di Lilliput.

L’incontro sarà seguito dalla consegna dei Premi “amalfiguide.it” a scrittori nativi della Costiera Amalfitana o che hanno dedicato la loro opera o parte della stessa alla Costa d’Amalfi. Per l’edizione 2011 i premi sono assegnati al critico letterario professor Francesco D’Episcopo, al poeta vietreseEnzo Tafuri, e alle case editriciAvaglianodi Cava de’ TirreniePlecticadi Salerno.

Lunedì 4 Giugno, nell’Anfiteatro del Lungomare Amendola di Maiori, alle ore 21.00, arrivano i “I prigionieri dei Savoia” di Giuseppe Novero, edito da Sugarco.

Per battere il brigantaggio il governo unitario cercò di deportare in Paesi lontani i meridionali e i ribelli. Per quasi dieci anni (e fino al 1873) i ministri dei Savoia cercarono così di fondare una colonia di deportazione prima nel mar Rosso, poi in Patagonia e in Tunisia. Ma i tentativi della diplomazia si orientarono, ad un certo punto, sull’isola del Borneo dove i piemontesi avevano intenzione di creare una vera e propria Caienna. “I prigionieri dei Savoia” è il primo libro che affronta, con documenti originali, i problemi irrisolti dalle guerre risorgimentali e l’interesse italiano per fondare una colonia penale nell’Estremo Oriente. L’autore ha ritrovato i carteggi diplomatici, le relazioni di governo, i dispacci e i diari di bordo delle navi inviate in terre lontane che testimoniano tutte le fasi del progetto. Il volume ripercorre, poi, molte altre storie dimenticate del Risorgimento: l’assedio di Gaeta e il romantico eroismo della regina Maria Sofia, i «falsi della storia», i campi di detenzione dei prigionieri, le vicende che opposero soldati e briganti, fino al doloroso epilogo dell’emigrazione.
Giuseppe Novero è nato a Ciriè (Torino) e vive a Roma. Giornalista, ha lavorato nell’editoria, nella carta stampata, in Rai e, in posizioni di vertice, alle Reti Mediaset. Saggista, negli ultimi tempi con Mussolini e il generale (Rubbettino 2009) si è dedicato a riscoprire pagine dimenticate e controverse della storia contemporanea. Impegno che prosegue ora con I prigionieri dei Savoia.
Per le sue ricerche storiche ha ricevuto il Premio Mario Soldati 2010.

A saperne di più de “I prigionieri dei Savoia” ci proveranno Antonio Di Giovanni e Andrea Pellegrino, presidente e componente dell’Associazione Giornalisti Cava-Costa d’Amalfi “Lucio Barone”.

La serata sarà aperta dalla proiezione del corto “L’uomo perfetto” di Ivano Fachin.L’opera, in concorso per il Premio ideato da ..incostieraamalfitana.it in collaborazione con l’Associazione Happy Hours, “a corto di…idee”.è la Cronaca di una liberazione attraverso la scoperta della dimensione ludica, ovvero: La storia dell’uomo perfetto, la cui vita cambio` per sempre grazie ad una barchetta di carta. Nel cast Amedeo Carlo Capitanelli, Giorgio de Virgiliis, Mauro Massucci, Mauro Massucci, Antonio Friello, Clara Costanzo, Riccardo Russo.

Informazioni ed aggiornamenti su www.incostieraamalfitana.it.