Furore – Praiano, Da Alfonso a Mare: una terrazza sul mare di gusto

0

Praiano- Furore Alfonso a mare Restaurant con terrazza sul mare, dove.il sapore della famiglia si confonde con quello del mare, qui come se fossimo a casa. La qualita’ dei prodotti prende il gusto della tradizione locale. Qua il pesce la fa da padrone . Complimenti ai ragazzi Luca Ruggiero in sala, cortesia e professionalità, Chelsoi George in cucina e Sebastiano Donnarumma . Ed alle delizie dello chef Vincenzo Cavaliere che è passato fra i migliri ristoranti della Campania. Buon lavoro a  tutta la famiglia Fusco che da anni gestisce l’attivita’. Da tutti noi di Positano news. Ecoo un interveto

Sulla costiera amalfitana, un vichingo in terra di saraceni…

L’insenatura è come incastonata nell’andamento da merletto antico della Costa d’Amalfi. E la terra sa di mare. Una contaminazione fatale, quando i confini sono incerti. Ma chi, e quando, ha accartocciato la roccia, l’ha spinta con forza indietro perché l’onda avesse respiro e l’uomo rifugio? E’ uno spazio conteso, diviso a metà fra i comuni di Furore e Praiano, ai quali dà o prende il nome. La strada corre alta La Praia, e s’apre inattesa sulla rampa, che mena a precipizio verso l’acqua e il borgo come a chiuderlo. Intatto il sapore autentico e umile di villaggio marinaro. Poche case appiccicate sulla roccia e calcinate dal sole.

Sull’arenile gozzi a riposo e il porticato corposo e fresco di “Alfonso a Mare”, oltre mezzo secolo di attività e presenza storica quaggiù. Alterna la pesca a qualche piatto per i pochi clienti, e i tanti pescatori, che a sera si ritrovano al fresco del porticato. Gente esperta, che pontifica su come va’ cucinato un sarago al forno e una ricciola all’acqua pazza. La conclusione è sempre la stessa: il pesce non deve mai perdere il sapore di mare. A partire dagli anni Settanta, anche La Praia esce dal suo isolamento, e “Alfonso a mare” se ne giova.

Molti arrivano percorrendo la Via del Paradiso, scavata lungo la roccia, quasi a livello dell’acqua, e parte proprio da La Praia. Il porticato intanto ha ceduto il posto a un rustico d’impronta marinara, e Don Alfonso ha passato la mano al figlio Luca, affiancato dalla moglie Ada e figli. E la storia continua…