Ravello, Locanda Moresca nella bellezza il ristorante con non t’aspetti

0

La bellezza salverà il mondo, e la bellezza e il buon gusto salvano anche da una giornata pesantissima offrendoti momenti straordinari. Non si può rimanere indifferenti alla bellezza ed eleganza de La Locanda Moresca a Ravello in Costiera amalfitana  un locale nato dall’abbinamento , come di buoni vini, fra  l’architetto Giovanni Sullutrone, ex presidente del Consiglio della Regione Campania, e Ferdinando Cappuccio,  dirigente di banca e non solo, vecchia conoscenza di Positano.  Questo posto, nella suggestiva e stupendaPiazza Fontana, ci ha incantato. Un “pausillipon”, pausa dalla sofferenza diciamo. La Locanca, che è anche un’hotel con nove camere, è un luogo da vedere e gustare , fra la bellezza della ceramica ed il buon gusto nell’arredamento, anche l’occhio vuole la sua parte, e cibo ed estetica camminano a volte a pari passo. L’impostazione vede la mano di due grandi prima Raffaele Vitale di Nonno 13, poi il Papavero ad Eboli, insomma due perle gastronomiche della provincia di Salerno. In cucina abbiamo trovato uno staff giovanissimo guidato da Roberta Proto. I vini qui non mancano, come non manca la cultura e la simpatia, nonostante il caos della notte di Calici di Stelle Ferdinando Cappuccio si è intrattenuto con noi, quattro chiacchiere, uno sguardo, non ci vuole molto per capire che qui è stato realizzato un gioiellino. Noi abbiamo assaggiato i dolci, tutti buoni, dalla torta di mandorle all’arancio al tiramisù, assaggiato con il rosato della nostra amica Annarita Fontanarosa, ma i piatti qui sono davvero interessanti. Assolutamente da non perdere per chi ama le cose belle e buone. Le foto di Paola d’ Esposito.

 

Lascia una risposta