Meta, rischiata altra tragedia: tre ragazzi salvati in extremis dal titolare de “La Conca”. Un pensiero a Bigio Ricci

0

Dopo la tragedia di ieri a Sorrento che ha visto protagonista due ragazzi, oggi si è rischiata un’altra tragedia a Meta di Sorrento. Tre ragazzi, infatti, hanno rischiato di annegare nei pressi del ristorante La Conca: i giovani sono stati salvati in extremis con i salvagenti da Mario Cafiero, titolare dello stabilimento balneare ristorante che con Dario Soldatini, Alessandro Mirone e Natale Aprea hanno portato soccorso ai tre giovani. Pare che i tre si stessero divertendo a tuffarsi in mare dal celebre Scoglio del Cavaliere e le onde erano molto agitate. I soccorsi sono stati effettuati a nuoto perché le barchette di salvataggio non potevano essere calate vista l’alta marea. I bagnini hanno salvato i tre con i salvagenti con grande coraggio. Ora i ragazzi stanno bene e stanno effettuando i controlli di rito.
“Il mio pensiero va a Bigio Ricci , il bagnino eroe , per lui dovremmo tutti tenere la bandiera a mezz’asta oggi – dice Mario Cafiero – . Lui non ha esitato a gettarsi in acqua per salvare due ragazzini di 13 e 14 anni e il loro papà. “Ma lo sforzo è stato tale che il suo grande cuore ha ceduto. È morto così Pierluigi Ricci, un bagnino di salvataggio di 56 anni (ne avrebbe compiuti 57 tra una settimana) che a Fano già tutti chiamano eroe.  Un gesto simile a quello compiuto oggi da Mario Cafiero che a nuoto con il gruppo de La Conca ha salvato tre ragazzi dall’annegamento.