L’incontro a Capri tra Clemente Mastella e Lenny Kravitz, la foto diventa virale

0

«Sono sbalordito. Capisco la popolarità di Lenny, ma…». Ma di certo Clemente Mastella — da un anno sindaco di Benevento, «ormai politicamente faccio l’eremita, chiuso nella mia città» — non si aspettava che lo scatto pubblicato ieri su Facebook che lo ritrae con Lenny Kravitz spopolasse sui social e rimbalzasse da un sito all’altro. «Tutto questo fluttuare mi ha sconcertato. Forse si saranno chiesti — prosegue — che ci fa con Mastella?». Sì, forse ad aver scatenato la Rete è stato proprio l’accostamento: un’icona del rock americano e un’icona democristiana del Sannio. Quando nel 1994/95 uno lavorava al suo quarto album in studio, Circus, l’altro era ministro del Lavoro; mentre nel 1999 uno vinceva quattro Grammy consecutivi, l’altro fondava l’Udeur. E così via, con Lenny Kravitz che continuava a sfornare successi e Mastella che sarebbe diventato ministro della Giustizia nel secondo governo Prodi. La rockstar e il politico, già nei look un gioco di contrasti: uno ha occhiali da sole, orecchini, collane e bracciali, l’altro no; il fibbione metallico contro la cintura sottile intrecciata; la camicia di jeans e quella pesca; e i capelli, certo; la faccia seria del rocker e il sorriso bonario del sindaco. Lenny Kravitz era domenica sera a Capri, insieme all’imprenditore Diego Della Valle e altri amici americani. Sono stati, tra gli altri posti, anche all’Anema e core, un locale dell’isola dove la star è stato fermato più volte dai fan. Mastella ha incontrato Kravitz due volte, racconta, a cena e poi di nuovo, il giorno successivo, a pranzo. «Abbiamo un amico in comune», spiega. La foto è stata scattata dopo cena, scambiando qualche parola, «certo, considerando che io capisco poco l’inglese, anzi quasi per nulla. Ma è una persona a modo, è garbato. Ha fatto foto con diverse persone, non è uno che se la tira», racconta il sindaco. Che ammette: «Conosco alcune sue canzoni, sì, detto questo mi piacciono di più i cantautori italiani». Lo scatto in ogni caso — pubblicato ieri intorno all’ora di pranzo sulla pagina Facebook del sindaco, accompagnato dalla didascalia: «Con un amico americano, riconoscete chi è?» — è diventato subito virale. Ha suscitato pure l’invidia dei figli, spiega l’ex Guardasigilli. E anche dei nipoti: «Uno di loro mi ha scritto: “Ma è Lenny Kravitz che vuole darsi alla politica o sei tu che stai per fare un disco?”». Non sono stati certo solo i parenti a commentare, sulla pagina Facebook gli interventi sono arrivati a centinaia. C’è chi propone una sorta di voto di scambio: «Sindaco, ti ho votato, è ora di ricambiare la cortesia, lo amo, fammelo conoscere, pago tutti i tributi puntualmente», scrive una ragazza. Chi gli chiede di portarlo a Benevento in concerto, se non a Telese, piazza delle storiche feste dell’Udeur. Qualcuno la prende bene, altri sono critici. Così un utente del social, evidentemente scocciato, condivide la foto aggiungendo: «Regalo discografia di Lenny Kravitz ». (Corriere della Sera)