Sorrento, vicenda Peter’s Beach: Positano News sente i dipendenti

1

Ci siamo recati allo stabilimento Peter’s Beach di Sorrento che è ancora sotto sequestro. Ricordiamo che lo scorso 4 agosto, infatti, le Forze dell’Ordine hanno effettuato dei sequestri nel famosissimo stabilimento balneare di via San Francesco: l’ordine era stato mandato dalla Procura di Torre Annunziata, emesso dal gip del Tribunale e che l’indagato principale pare sia Giancarlo Leonelli, titolare dello stabilimento. L’accusa sarebbe quella di false attestazioni: si indagherebbe sia sul permesso a costruire sia su alcuni abusi edilizi riscontrati nel 2016.

La situazione è assolutamente molto critica. Ci sono decine e decine di dipendenti che sono rimasti senza stipendio, proprio nel periodo di maggiore esigenza. I dipendenti sono tutti amareggiati e preoccupatissimi. Sono, infatti, ben 28 famiglie rimaste senza lavoro e queste sono state le reazioni degli interessati: “Preferiamo non parlare e siamo amareggiati”. Prosegue il presidio dello stabilimento da parte dei dipendenti che nell’indifferenza rimane sequestrato. Intanto è comparso uno striscione sul cancello principale: “La nostra storia non è abusiva”.

 

Condividi
PrecedenteVietri sul Mare, italiani brava gente: storia di un raggiro ad un venditore ambulante
ProssimoUna Poetessa metese: LUCIA RUSSO

1 COMMENTO

  1. Scrivo da parte dei dipendenti di Peter’s beach, essendo uno di essi, ringraziamo positano news per l’interessamento e l’appoggio, ci teniamo solo a specificare che non siamo rimasti senza stipendio, ma senza lavoro, il datore di lavoro Sig Leonelli non ha licenziato nessuno dei propri dipendenti, nonostante la chiusura del lido, evitando che 26 famiglie rimanessero da un giorno ad un altro per strada, confidiamo tutt’oggi in una veloce riapertura del lido

Lascia una risposta