La Costiera amalfitana un luogo unico dove andare in vacanza

0

Agosto è senza dubbio il mese più gettonato per vacanze e villeggiature. Benchè la costiera amalfitana gode di un consistente numero di turisti in tutti i periodi dell’anno non si può non registrare una maggiore affluenza in quello che è il mese estivo per antonomasia. Spesso il turista, principalmente quello straniero, giunge in costiera dopo aver effettuato una sosta a Napoli, godendo delle bellezze della città, del panorama flegreo limitrofe e generalmente dopo aver fatto una capatina in una delle isole del golfo. Una volta giunto in costiera è oramai “ubriacato” dalle bellezza che la Campania fortunatamente possiede che spaesato e senza meta rischia di rimanere sicuramente affascinato dal panorama ma di perdersi magari le cose di maggior bellezza che questa terra può offrire. Innanzitutto occorre precisare che la costiera amalfitana è patrimonio dell’Unesco ed è inserita nella prestigiosa World Heritage List (di cui fanno parte le piramidi egizie, la statua della libertà e la torre di Londra, giusto per citarne alcuni). Ecco una lista di dieci posti irrinunciabili per chi decide di trascorrere qualche giorno in questa fantastica costiera. Meta obbligata e riconosciuta a livello mondiale è Positano. Dove leggenda vuole che in questo luogo fu inventata la bussola. Il nome proviene dal dio Greco del mare Poseidone. Proseguendo verso sud ecco Praiano. Spiagge incontaminate e percorsi da trekking li fanno da padrone. Non solo in Norvegia ma anche in Italia esiste un fiordo: è quello di Furore. Ammirabile in tutto il suo splendore grazie ad un ponte sospeso da un’altezza di trenta metri. Come poi non fermarsi a Conca dei Marini per poter visitare la famosa Grotta dello Smeraldo con le sue stalattiti ed anche la torre saracena. Continuando si giunge nell’antica repubblica marinara di Amalfi. Il nome pare provenga dalla donna amata da Ercole che su queste sponde l’ha sepolta per farla cullare dalle onde del Tirreno. Ad ogni modo quì si possono godere dei paesaggi mozzafiato e delle caratteristiche costruzioni. Il duomo tra tutte. Basta spostarsi poi di poche centinaia di metri per giungere ad Atrani. Paesino arroccato in montagna e a strapiombo sul mare. Mare che manco a dirlo è qualcosa di paradisiaco. Da Atrani si può poi raggiungere Ravello. Conosciuta ai più per il famoso festival musicale, difatti vanta di un’autidorium di tutto rispetto. Salendo Ravello a quasi quattrocento metri sul livello del mare c’è Scala ed a seguire ecco Minori. Borgo di rara bellezza custodisce una villa romana datata I° sec. d.C. Prima di giungere a Salerno ci si imbatte in Cetara. Paesino conosciuto soprattutto per la cucina. Tonno e colatura di alici sono le specialità del luogo. Infine a pochissimi chilometri da Salerno, il paese che “chiude” la costiera: Vietri sul mare. La spiaggia dei “Due Fratelli” è sicuramente da vedere ma la cittadina è rinomata in tutto il mondo per la famosa produzione di ceramica artigianale. Non importa se voi siate italiani o siate stranieri. Non importa l’età, sesso, religione. La costiera amalfitana vi appaga di aver visto qualcosa di unico al mondo. La costiera amalfitana vi accoglie, vi coccola e vi stuzzica fino a rimanere nel vostro cuore. Lasciare questi posti è sempre molto difficili ma rimangono ben impressi nella mente.