Amalfi Via Capuano terra di nessuno. Foto

0

 Si diceva dei divieti di circolazione fra l’altro non comunicati in costiera amalfitana. Non conoscendo gli orari ci chiediamo se ad Amalfi alle 18.30 un camion che blocca Via Capuano è normale..

Il centro storico di Amalfi per il prestigio del posto e le frequentazioni quotidiane dovrebbe essere un salotto nel quale ospiti e residenti dovrebbero circolare in pieno relax.

In realtà è un autentico inferno, nel quale coesistono macchine, motorini, mezzi elettrici ed in ultima analisi poveri cristi che in tale casino di lamiere e clacson insistenti tentano di ritagliarsi un minimo di spazio vitale.

I dati Arpac poi, effettuati pensate un pò in periodo di bassa stagione, hanno confermato che la percentuale di piombo e polveri sottili è di gran lunga superiore alla norma.

A questo quadro già di per sè tragico, si aggiunge il fatto che la stabilità degli edifici è messa a dura prova dal traffico veicolare, tanto è vero che esiste una nota del Genio Civile del 21/5/2009 che invita il sindaco di Amalfi, la Polizia Municipale e l’Ufficio Tecnico a  “valutare l’opportunità di disciplinare in senso riduttivo il traffico in particolare dei mezzi pesanti, in quanto bisogna accertare che la soletta che regge gli edifici sia idonea a sopportare i carichi e che alla stessa non vengono trasferite eccessive vibrazioni tenuto conto che la stessa assolve anche alla funzione di fondazione dell’immobile”.

Tutto ciò è stato disatteso ed allo stato le crepe nei palazzi del centro sono evidenti e non so cosa potrebbe succedere in caso di un evento sismico.

Bisogna poi considerare che nel centro, come documentato su FB, imperversano mastodontici camions ad uso di aziende a valle, che durante il loro tragitto fanno tremare in modo terrificante le case del centro.

Tutto questo voglio denunciare pubblicamente, perchè in tal modo in caso di disastro nessuno potrà dire di non essere a conoscenza del problema.

Ringrazio Positanonews per l’ospitalità.

Crescenzo de Martino