Costiera, continua l’emergenza incendi: ma si poteva fare di più?

2

La Costiera Amalfitana continua a bruciare. Mentre è stato praticamente risolto l’incendio che ieri si è sviluppato a Furore, la situazione non è delle migliori nei pressi di Conca dei Marini. Qui, a causa delle fiamme, è franata parte della statale Amalfitana (il costone che la circonda) e alcune pietre sono finite sull’asfalto.

La decisione, quindi, dell’Anas di far chiudere il tratto incriminato, ponendo delle barriere in calcestruzzo questa mattina. Ieri è stato il caos nella zona del Fiordo di Furore, con centinaia di turisti e visitatori che giungevano e non potevano proseguire a causa delle fiamme: una situazione molto grave che ha portato anche all’evacuazione di alcune abitazioni, anche a Conca dei Marini. Un susseguirsi di situazioni davvero preoccupanti legate agli incendi in Costiera Amalfitana. Qualche giorno fa a tenere banco era stata la situazione di Montepertuso, a Positano, che è stata risolta parzialmente, visto che le fiamme si sono ripresentate tra Nocelle e Montepertuso, appunto, anche nella giornata di ieri. La situazione, però, è stata domata più facilmente.

La sensazione in generale, però, è che si potesse fare di più per gestire al meglio l’emergenza. Ad esempio, nella giornata di ieri il tutto era cominciato con un piccolo “pennacchio” di fumo nella zona di Furore e magari la situazione di grande emergenza che anche oggi si è vissuta forse si poteva evitare. Inoltre, probabilmente i tempi di intervento si allungano inevitabilmente in quanto chi si occupa della gestione deve prima sempre vagliare le modalità di intervento (l’utilizzo degli elicotteri, ad esempio) e spesso le operazioni di spegnimento cominciano anche dopo le 11 del mattino (come documentammo per Montepertuso). L’idea è che forse nella gestione totale della situazione, si poteva fare un qualcosa di più. Un grande ringraziamento va alla Protezione Civile di Positano, che sta svolgendo un lavoro assolutamente esemplare e unico; così come i ragazzi della Millenium Amalfi, sempre attivissimi ogni giorno.

2 COMMENTS

  1. che idea fantastica quella di chiudere completamente al traffico la statale coi blocchi di calcestruzzo.
    Una curiosità, ma se dovessero passare i vigili del fuoco provenienti da napoli o da piano di sorrento per dar man forte all’ opera di spegnimento a positano o amalfi, da dove li facciamo passare..??

  2. Bravo “acuto osservatore” proprio questa notte a Positano i Vigili del Fuoco non hanno avuto la possibilità di passare perchè la strada era bloccata da blocchi di calcestruzzo.
    Bravo sei stato un vegente.
    Dovrebbero licenziare quello che ha dato l’ordine di chiudere la strada con i blocchi di cemento, mettendo a rischio l’incolumità della gente.
    Peppe Ferraioli

Lascia una risposta