Minori festeggia Santa Trofimena domani diretta Rai processione e fuochi VIDEO

0

SOTTO PROGRAMMA Minori è in festa per la co patrona della Costiera amalfitana  Santa Trofimena ruolo che condivide con Sant’ Andrea di Amalfi. Questa sera in migliaia a seguire la processione

e  per l’occasione, domani, è prevista una diretta speciale. L’evento tanto atteso, infatti, sarà trasmesso in diretta dalle ore 18 da Rai 1 con il programma “La vita in diretta”. Un modo, questo, per dare la possibilità a chiunque voglia di poter assistere ad una processione tanto caratteristica. Secondo la tradizione popolare minorese, Santa Trofimena subì il martirio da giovanissima, era ancora adolescente, probabilmente causato dallo stesso padre, in conseguenza del suo rifiuto al matrimonio con un uomo pagano. Il corpo posto dentro un’urna, fu gettato in mare, e le correnti lo spinsero sino alla spiaggia di Minori.

Notizie certe non si hanno riguardo la Santa. Ad esempio vi è una questione legata al suo nome. A Patti, infatti, è chiamata Febronia, mentre a Minori appunto Trofimena. Una delle ipotesi vuole il nome Febronia come cognome, mentre Trofimena come nome della martire. Nel 1673, su richiesta del vescovo di Minori, Antonio Botti, la Sacra Congregazione dei Riti, decretò che il nome della Santa, da includere nel Martirologio Romano, fosse Trofimena. Questo nome, da Trofomes del 979, passando attraverso le modifiche Trefomee, Treufime e Treufimen, diventa, in modo definitivo, tra il 1061-1079, Trofimenis.

Giovedì 13 luglio: Festa della Traslazione delle Reliquie di Santa Trofimena

da Benevento a Minori

“… all’alba le sacre Reliquie furono accolte con tripudio dai Minoresi …”

ore 7 – 9 – 10,30 Sante Messe in Basilica

ore 19 Solenne Pontificale presieduto da S. Ecc. Rev.ma mons. Ignazio Zambito, vescovo emerito di Patti (ME)

La celebrazione sarà animata dal coro polifonico “Amici di S. Francesco” diretto dal Maestro Candido Del Pizzo

Segue Processione della Venerata Statua di Santa Trofimena per le vie del paese

Venerdì 14 luglio

“… l’Urna benedetta venne deposta sotto l’antico altare …”

ore 19 S. Messa presieduta dal novello sacerdote don Giuseppe Nuschese, canto del Te Deum e reposizione della Statua

Lascia una risposta