Impresa Juve resiste al Nou Camp ed elimina il Barcellona

0

La Juventus fa una partita magistrale, resiste al Nou Camp ed elimina il Barcellona volando in semifinale di Champions League, noi la abbiamo vista ed apprezzata qui in Campania nel ristorante pizzeria Casa Lauro a Piano di Sorrento e ci siamo entusiasmati  . Forte del 3-0 dell’andata, gli uomini di Allegri controllano le sfuriate del Barcellona senza soffrire più di tanto se non nella mezz’ora finale, strappando un preziosissimo 0-0 davanti agli oltre 90mila del Camp Nou che vale il meritato ingresso nelle magnifiche quattro d’Europa.

Un involontario uno-due con Busquets libera al tiro Higuain, troppo precipitoso, poi Piquè salva su Cuadrado, pronto a innescare Higuain tutto solo davanti a Ter Stegen. Il Barcellona, chiamato all’impresa, si avvicina dalle parti di Buffon con Rakitic (alto) e Jordi Alba, appena in ritardo sul lancio di Messi. Al 19′ la prima grande occasione per i blaugrana: Messi spreca nel cuore dell’area bianconera, Allegri tira un sospiro di sollievo anche quando Neymar calcia malamente al volo sull’assist di Jordi Alba. La prima parata di Buffon attorno alla mezz’ora, quando il portiere della Nazionale respinge un sinistro non irresistibile di Messi. Higuain avrebbe l’occasione per il colpo del ko, ma la sua girata è troppo centrale. All’intervallo si arriva comunque sullo 0-0, una buona notizia per la Juve. Che in apertura di ripresa avrebbe, con Cuadrado, l’occasione per colpire: diagonale fuori di poco. Neymar alza troppo la mira, Cuadrado invece trova Ter Stegen, mentre Messi mette i brividi a Buffon (56′ e 58′). Luis Enrique ha poco da perdere: Alcacer per Rakitic quando manca mezz’ora alla fine. L’errore in uscita di Buffon spalanca la porta a Messi, che sbaglia ancora. Nonostantei il vantaggio rassicurante, la Juve è in apnea anche perchè Higuain e Dybala non tengono quasi mai palla: Sergi Roberto, eroe contro il Psg, non va distante dal bersaglio grosso. Allegri si copre e passa a tre dietro con Barzagli per Dybala.

Mascherano manca il tocco al volo, Khedira sbaglia l’appoggio comodo per Mandzukic. Scorrono i minuti, e questo è ciò che conta. Il Barcellona inevitabilmente si scompone e lascia voragini alle sue spalle, ma la Juve non affonda il coltello. Va benissimo lo stesso, perchè la semifinale è una splendida realtà. Luis Enrique chiude la sua avventura europea sulla panchina del Barcellona senza gol nè vittoria.