Paura e poi rimonta: Rosina e Sprocati regolano il Latina, Salernitana a -2 dai playoff

0

Primo tempo di vacanza (è pur sempre Pasquetta), poi nella ripresa entra Donnarumma e la Salernitana diventa elettrica. Rosina e Sprocati rimontano il gol di De Giorgio, i granata battono il Latina e continuano a credere nei playoff. Una partita dai due volti quella condotta da Coda e compagni. Nei primi 45 minuti la Salernitana è spenta, senza idee, senza voglia: il Latina segna e il vantaggio seppur improvviso non è demeritato. Nel secondo tempo però i granata alzano i giri del motore, Donnarumma semina il panico e Coda ispira i due gol che proiettano la Salernitana a due punti dai playoff.
LA CRONACA. Bollini fa turnover e cambia un uomo per reparto: gioca Tuia terzino, con Bernardini c’è Schiavi. A centrocampo spazio a Della Rocca, in attacco panchina per Donnarumma e campo per Sprocati. Il primo tempo risente del gran caldo e del pranzo pasquale: squadre lente, macchinose, poco gioco e poco spettacolo. Odjer e Corvia non spaventano Pinsoglio e Gomis, Vitale su punzione trova la mira ma non la potenza. Poi all’improvviso segna il Latina: Insigne taglia per De Giorgio, Gomis esce ma non interviene. Prima dell’intervallo Della Rocca di testa non è fortunato. Nel secondo tempo entra Donnarumma e il registro cambia. Merito di Alfredo, che rende vivace l’attacco di Bollini e manda in confusione la difesa di Vivarini. La Salernitana passa al 4-4-2, Coda non gioca più solo e i granata cominciano a creare occasioni a raffica. Rosina pareggia all’11’ con un destro sporco, poi Pinsoglio è costretto agli straordinari su Donnarumma e Vitale. Coda prende una traversa di destra, non centra il bersaglio con un colpo di testa dal limite dell’area piccola  e poi crea il gol vittoria. Palla filtrante che favorisce l’inserimento di Sprocati, sinistro secco e 2-1. Donnarumma non trova il meritato gol solo per colpa di un super Pinsoglio, poi il fischio finale. La Salernitana torna a vincere e si rilancia in chiave playoff: gli spareggi sono distanti solo 2 punti, nell’uovo di Pasqua c’è la possibilità di vivere un finale di campionato ad alte emozioni. A Pasquetta c’è il sole, la Salernitana ci crede per davvero.

TABELLINO SALERNITANA-LATINA 2-1

SALERNITANA (4-3-3): Gomis; Tuia (32’ st Bittante), Schiavi, Bernardini, Vitale; Odjer (10’ st Donnarumma), Ronaldo, Della Rocca; Rosina (36’ st Zito), Coda, Sprocati. A disp. Terracciano, Joao Silva, Mantovani, Luiz Felipe, Improta, Perico. All: Alberto Bollini.

 

LATINA (3-4-3): Pinsoglio; Coppolaro, Dellafiore, Garcia; Nica (27’ st Rolando), Mariga, Pinato, Di Matteo (36’ st Di Nardo); Insigne, Corvia, De Giorgio (15’ st Buonaiuto). A disp. Grandi, Bruscagin, Maciucca, Jordan, Megelaitis, De Vitis. All: Vincenzo Vivarini

 

ARBITRO: Sig. Antonio Rapuano di Rimini (Baccini/Galetto) IV uomo: Luciano

 

NOTE. Marcatori: 39′ pt De Giorgio (L), 11’ st Rosina (S), 33’ st Sprocati (S). Ammoniti: Corvia, Garcia, De Giorgio, Pinato, Di Matteo (L). Angoli: 9-3. Recupero: 0’ pt  – 3′ st. Spettatori: 9087

Pagellone Salernitana-Latina: Donnarumma cambia il match, Coda sfortunato

GOMIS 6 prova l’uscita alla disperata in chiusura su De Giorgio. Per il resto mai seriamente impegnato dagli avanti del Latina.

 

TUIA 6 schierato a sorpresa terzino, non si sottrae anche quando c’è da avanzare palla al piede. Ringhia su Di Matteo, si fa sorprendere in infilata da De Giorgio in ex occasione del vantaggio ospite. Dal 31’ st BITTANTE 5,5 entra e dopo pochi istanti la Salernitana trova il gol del 2-1. Va fuori tempo su un cross di Rolando, Di Nardo grazia Gomis. Si fa superare con eccessiva scioltezza anche da Insigne. Approccio rivedibile.

 

SCHIAVI 6 chiude subito in tackle su Corvia rimediando ad uno svarione di Bernardini. Ha la sua dose di responsabilità sul gol del vantaggio pontino. Per poco non ne combina un’altra quando attende l’uscita di Gomis e quasi manda in porta Corvia.

 

BERNARDINI 6,5 un paio di errori in avvio, frutto di insolite disattenzioni. Sale di tono e mette la museruola a Corvia. Va vicino al gol con un’incornata su cui Pinsoglio si supera.

 

VITALE 6,5 non s’intende con Della Rocca con cui discute animatamente in campo per cercare la giusta intesa. Nella ripresa spinge come un forsennato creando grossi grattacapi alla difesa pontina.

 

ODJER 6 un suo recupero aziona la prima ripartenza pericolosa dei granata. Fa bene quello che può e sa, vale a dire sradicare palla dai piedi degli avversari. Manca completamente però in appoggio all’azione offensiva. Dal 9’ st DONNARUMMA 7 entra e mette subito lo zampino nell’azione del gol granata difendendo bene la sfera dalla morsa dei centrali pontini. Beffa Garcia Tena, ma Coda spreca di testa. Ci prova anche in girata ma trova lo stinco dello spagnolo a negargli il gol. Meriterebbe la gioia personale, Pinsoglio vola con la mano di richiamo e devia in corner.

 

RONALDO 6 appannato e confuso nel primo tempo quando gestisce il gioco con eccessiva lentezza e poca lucidità. Cresce notevolmente nella ripresa, complice l’evidente calo di ritmo e tenuta dei dirimpettai laziali.

 

DELLA ROCCA 5,5 s’avventura palla al piede facendosela sfilare, fa arrabbiare Bollini e ripartire il Latina. Dorme su Insigne lasciato libero di alzare la testa e calibrare il filtrante per De Giorgio. Prova a farsi perdonare incornando sul cross di Rosina, Pinsoglio si supera. Nella ripresa passa in mezzo giocando di posizione e di amministrazione.

 

ROSINA 6,5 parte in sordina, si muove tanto e non dà punti di riferimento ma gli manca lo spunto. S’attarda spesso nella battuta a rete per cercare di portarsela sul piede naturale. Al primo tentativo col destro, però, fa secco Pinsoglio prendendolo in controtempo. Dal 36’ st ZITO s.v.

 

CODA 6,5 primo tempo di grande sofferenza in cui l’unico spunto è un tentativo da quasi trenta metri. Lavora bene la sfera entrando nell’azione del pareggio. Prende l’ascensore e timbra la traversa di testa sfiorando il raddoppio. Ha un’altra ghiotta chance su pregevole spunto di Donnarumma ma ci arriva scoordinato e non riesce a ribadire in rete di testa.

 

SPROCATI 7 in difficoltà nel primo tempo, Vivarini gli piazza Nica e Coppolaro in puntuale raddoppio di marcatura. Meglio nella ripresa quando Bollini lo sposta a destra e risulta imprendibile. Va via con facilità a Di Matteo nell’uno contro, pecca d’eccessivo egoismo in alcune soluzioni personali da posizione quasi impossibile. Crea grosso scompiglio perché parte largo ma s’accentra andando a dar man forte a Coda e Donnarumma. Proprio da un suo taglio verso il centro dell’area nasce l’azione del gol vittoria.

 

ALL. BOLLINI 6 formazione sorprendente e cervellotica. Schiera Tuia terzino, rinunciando completamente ad attaccare sulla fascia destra. Fa coesistere ancora una volta Ronaldo e Della Rocca malgrado il campo abbia dato eloquenti segnali negativi in tal senso. Ha il merito di rivoltare la Salernitana come un calzino nella ripresa, dopo l’ingresso di Donnarumma inizia un’altra partita.

 

ARBITRO sig. RAPUANO 6 gara corretta e senza grossi episodi dubbi, la tiene in pugno senza patemi.

fonte solosalerno.it