Sorrento, miracolo a Via Capo.

1

Stavolta ci siamo! Sebbene in ritardo di qualche mese, l’Amministrazione comunale ha mantenuto la promessa . Una delle più importanti e suggestive strade cittadine,dopo oltre sette anni di inerzia, di continui scavi, di innumerevoli e talvolta tragici incidenti  accoglierà la stagione turistica 2017, con un nuovo ed affidabile manto di asfalto. Mettendo fine ad una vicenda che tra falsi proclami e dure proteste era divenuta un vero e proprio tormento per cittadini ed imprenditori. La fine di una squallida immagine che , in questi anni ,oltre a non aver contribuito ad accrescere il prestigio, ha senz’altro condizionato la visibiltà internazionale della nostra beneamata Città.

Sorrento – Dopo l’ultimo step dei lavori di metanizzazione effettuato durante le scorse settimane, anche in orario notturno, che hanno causato,ancora una volta, dure proteste da parte dei residenti, nonché innumerevoli disagi alla circolazione, si è passati finalmente alla realizzazione del nuovo manto di asfalto a Via Capo. Operazione che vede impegnata, dall’inizio settimana, la Tecno Road Srl, di Bacoli, ditta incaricata dall’impresa  Schiavone Giovanni, di Casal di Principe. Fu, infatti, quest’ultima ad aggiudicarsi, con il criterio del minor prezzo, i lavori proponendo l’offerta migliore su di un totale di 15  pervenute con ribasso vicino al 28 per cento. L’intero blocco dei lavori comprendevano, oltre Via Capo,  anche la realizzazione di nuovo manto stradale  a Via Crocevia, presso la frazione di Priora. Operazione conclusasi gli scorsi giorni dopo una settimana di intenso lavoro da parte degli uomini della Tecno Road.  Anche in Via Capo,come a Via Crocevia dopo un certosino lavoro di preparazione del fondo stradale, con particolare attenzione ai tanti tombini lungo il percorso, si sta  procedendo tramite attrezzature ed automezzi di elevata tecnologia e con il contributo di personale altamente specializzato, all’applicazione del nuovo manto di asfalto. Le operazione, in via Capo,sono state divise in due fasi. La prima con inizio in prossimità di Capo di Sorrento, passando per il bivio con il Nastro Verde, si concluderà in questo fine settimana in prossimità dell’Hotel Bristol. La seconda fase, con inizio la prossima settimana, concluderà, la posa del nuovo asfalto,  fino al bivio con Via degli Aranci.  Si presume  pertanto che entro la Domenica delle Palme , la ditta incaricata consegnerà il lavoro. In modo tale da presentare, per le festività pasquali e per la prossima stagione turistica, dopo anni di attesa, finalmente con un nuovo look , uno dei percorsi  più suggestivi del territorio sorrentino. Tra metanizzazione, linee elettriche, fibra ottica , Via Capo, come altre strade cittadine per anni è stata massacrata da una serie di scavi di varia natura senza che poi ci si sia adoperati per un nuovo asfalto. Uno spettacolo indecoroso offerto quotidianamente a migliaia di turisti, ospitati nelle splendide strutture che lungo Via Capo si affacciano sul golfo. Senza parlare degli enormi disagi che cittadini e pendolari ogni giorno hanno dovuto affrontare nel percorrerla. Quella che  senza alcun dubbio, in passato, ha rappresentato uno dei biglietti da visita della nostra città, quella cartolina che ha reso famosa Sorrento nel mondo, è rimasta per lunghi anni abbandonata in uno stato pietoso tanto da rappresentare una vera e propria emergenza. A cui l’Amministrazione comunale, in modo alquanto singolare, se non assurdo, non ha posto la dovuta attenzione. Ignorando totalmente le proteste della  cittadinanza, e dell’imprenditoria turistica, ma soprattutto i segnali provenienti da tanti incidenti occorsi lungo tale percorso.

Ora finalmente ancora pochi giorni di disagi e pazienza separano i cittadini,gli operatori turistici e senz’altro  i tanti  turisti, dal godere,finalmente in modo efficiente ed in piena sicurezza,  il passaggio lungo Via Capo. Un percorso incantevole che contornato dalla sue splendide strutture alberghiere continuerà, finalmente in modo brillante, a rappresentare anche in futuro Sorrento nel mondo. – 31 marzo 2017 – salvatorecaccaviello.