Positano si toglie il muretto per le ringhiere al Pastiniello, paese diviso “Perdiamo di identità”

3

Positano si toglie il muretto per le ringhiere al Pastiniello, paese diviso “Perdiamo di identità”, è il commento più ricorrente sotto la foto postata da Massimo Capodanno sul suo profilo. E la perla della Costiera amalfitana si divide per un muretto chi parla del muretto “dove tanti si fermavano a riposare per godersi il panorama”, qualcuno ha detto “con la ringhiera si vede più panorama” e altri hanno ribadito “E’ una perdita di identità, quel muretto era parte della nostra architettura e tanti artisti ci si fermavano per dipingere il nostro paese” “Oggi più che mai a Positano è appropriata un antica affermazione “qui non c’è più nessuna religione” – dice Daniele Esposito presidente di Macchia Mediterranea – . Già altre volte ho voluto, purtroppo in male, azzardare una previsione, e guarda caso …… ” a pensar male si fa peccato, ma spesso si ci azzecca”, e visto le ultime tendenze positanesi…….. Ma Voi un tavolino e due sedie con vista, così per rendere più piacevole il panorama ai nostri ospiti……..non c’è li vedreste bene!? Spero solo che chi ha voluto questo lavoro abbia valutato bene tutti gli aspetti, passati,presenti e futuri, prendendo tutte le precauzioni del caso, sopratutto nel rispetto delle nostre generazioni future. A cui non solo dobbiamo garantire a tutti Loro un futuro migliore del Nostro, ma anche il dovere di tutelare e conservare la loro Cultura e Storia ricordando che l’architettura fa parte di queste, come la vivibilità e l’ambiente di questo Paese.” C’è chi ha detto “C’è chi la vuole cotta e chi la vuole cruda” e chi ha postato una foto del muro del Pastiniello di una volta dall’archivio fotografico del Vep Raffaele Di Martino che sicuramente , se vivo, ne avrebbe avute di cose da dire.. insomma più che il muretto è la ringhiera a dividere il paese ..