Da Piazza Lauro, un benvenuto a Sorrento…

4

 

Quella che secondo i progetti doveva essere il salotto buono della citta, il biglietto da visita per il viaggiatore ,che arrivando dalla vicina stazione, si appresta a visitare la tanto rinomata citta del Tasso,  da anni versa in uno stato di vergognoso degrado. Una situazione peggiorata negli ultimi tempi che nonostante le proteste dei cittadini ed imprenditori, non sfiora affatto la sensibilità dei nostri amministratori.

Sorrento –  Basta farsi un giro per Piazza Lauro per rendersi conto di quanto la nostra città sia diventata soltanto un lontano ricordo di quella che fu la ridente località turistica di una volta. Pavimentazione divelta e rattoppata con cemento, marciapiedi sporchi e maleodoranti, vasi  e fioriere ornamentali rotti e mal posizionati, pieni di cartacce, bottiglie, sigarette, persino buste di plastica e lattine buttati lì accanto ai fiori, per la maggior parte, secchi oppure inesistenti. Per non parlare dei giardini, che un tempo furono il vanto dei cittadini residenti e dei negozianti, un’oasi di verde frequentata da anziani, bambini e tanti turisti, versano in un insostenibile stato di incuria. Con piante non curate e totalmente abbandonate, a cui si dà attenzione soltanto per eventuali abbattimenti. Una zona al collasso, senza alcuna attenzione da parte delle autorità preposte alla vigilanza ed alla sicurezza. Diventato luogo ideale di sosta e bivacco da parte di accattoni, mendicanti e di individui senza meta provenienti dalla vicina stazione ferroviaria. Spesso si rilevano addirittura giacigli di fortuna, bottiglie vuote, fazzoletti sporchi mescolati a rifiuti di ogni genere. Compresi quelli organici che spandono nell’aria un odore nauseabondo, tanto da far temere addirittura problemi igienici oltre quelli di degrado. Mentre da tempo i residenti si lamentano della situazione della piazza durante le ore notturne, quando si trasforma, soprattutto nel periodo estivo, in una vera e propria terra di nessuno. Dove frequenti liti dilagano, favorite dalla poca illuminazione e scarsa vigilanza, nonché da locali che, secondo i residenti, senza rispettare il riposo altrui tirano fino a mattino, favorendo determinati fenomeni. Una vergognosa situazione a cui è evidente non si vuole apportare alcuna soluzione, lasciando l’intera zona in un indecoroso abbandono a cui, come in altre parti della città, non si può dare colpa a lavori di manutenzione o scavi vari da effettuare, ma soltanto alla incuria ed alla totale assenza di attenzione da parte dell’Assessorato preposto e delle Forze dell’Ordine.

Eppure nel luglio del 2014 la Commissione per il paesaggio del Comune di Sorrento approvò un progetto di restyling dell’area, che prevedeva la sistemazione della pavimentazione, il rifacimento dei marciapiedi, un nuovo impianto di illuminazione e fognario e la realizzazione di una vasca ornamentale nello spazio di ingresso della piazza da corso Italia. Ebbene a distanza di quasi tre anni di tale progetto sembra che si siano perse le tracce e la piazza continua a rimanere in uno stato che senza esitazione si può definire di vergognoso degrado.

Un luogo che secondo i progetti doveva essere il salotto buono della città, il biglietto da visita per gli ospiti provenienti dalla vicina stazione, ma che  da anni ormai sta a dimostrare con il suo totale abbandono, quanto l’attuale Amministrazione (e con essa non si può non coinvolgere alcune categorie di grandi imprenditori turistici, che tacendo di fronte ad un tale insostenibile degrado, avallano una tale assurda situazione) ,sia distante e praticamente assente, per usare degli eufemismi,  nel  gestire una città dalla visibilità internazionale come Sorrento.  – 21  marzo 2017 – salvatorecaccaviello.

 

 

 

4 COMMENTS

  1. Mi ha sempre incuriosito che fine facciano i milioni e milioni delle tasse di soggiorno. A questo aggiungici un pizzico di incapacità e cattivo gusto (tipo alcune ferraglie costosissime spacciate per “opere d’arte”… degustibus, boh), aggiungici pure pressioni di ogni tipo… dall’amico a quello pericoloso, aggiungici che gli albergatori pensano SOLO al loro ricco orticello, aggiungici che anche per andare in bagno o assumere qualcuno bisogna chiederlo alla Merkel & co…. continuo o è meglio fermarsi qui? In Italia l’ingiustizia più grande sono i rigori dati alla Juventus . Lasciamo perdere

  2. vedo molta gente che scrive per guadagnare lettori e like, e davvero poca mobilitazione per fare qualcosa. stai sottolineando l’ovvio e stai aizzando le persone comuni con un articolo senza contenuti ne fonti. Questo fa solo arrabbiare i cittadini che sono interessati alla salute del paese.
    tutto quello che leggo scritto è vero. ma invece di limitarsi a scrivere dei fatti inutili, chiediti il perchè ci troviamo in questa situazione. siamo noi cittadini ad aver portato questo degrado a sorrento, i vasi di cemento decodativi sono stati rotti da persone del posto, le aiuole sono state riempite di rifiuti dai rampolli figli di papà che abitano sorrento, e non venitemi a dire il contrario perche ad oggi non ho mai visto uno straniero trattare con tanta incuria la nostra res-publica.
    il comune (per quanto inadempiente e disorganizzato) non puo mettere repentinamente e “Sempre” una pezza dove fallisce il cittadino, bisogna iniziare a prendersi le proprie colpe.

    smettetela di pubblicare degli articoli di denuncia spiccioli e privi di impatto reale. Non è un comportamento da buon giornalista.

  3. La verità fa male svegliatevi fuori la testa dalla sabbia non ci salverà la tarantella il limoncello e torna a surrtimento ci sono altri luoghi meglio gestiti sveglia . . . . .

  4. Visto la quantità di visite ed anche i commenti, che fanno sempre piacere poichè il confronto, sopratutto su determinate tematiche, penso sia sempre costruttivo, si è convinti che l’articolo abbia colto nel segno, ossia portare l’attenzione su di una problematica sollecitataci da tempo dai residenti ed operatori del luogo e non solo. Tuttavia che siano i cittadini ad aver portato a tale situazione di degrado, non ci piove! Dato che si continua e si continuerà a votare personaggi che probabilmente non sanno amministrare neanche nelle loro case! In quanto ai like e guadagnare lettori è l’ultimo dei nostri proponimenti,poiché altro è l’impegno che ci vede quotidianamente in prima linea per il futuro della nostra comunità e la salvaguardia della nostra economia turistica, iniziando sopratutto dal rispetto delle regole. Se ognuno di noi si mobilitasse quanto meno a denunciare, e non criticare l’operato altrui ,con commenti …spiccioli, probabilmente ci sentiremmo più responsabili e la situazione potrebbe anche iniziare a cambiare. In quanto ai contenuti e le fonti ,potrei anche darle ragione, sign. Danilo, poichè è evidente che la realtà parli da sola!

Lascia una risposta