ESCLUSIVA – Sant’Agnello, anziano investito: parla l’avvocato dell’uomo accusato

1

Come abbiamo riportato questa mattina, qualche giorno fa nel comune di Sant’Agnello in Penisola Sorrentina si è verificato un episodio che sta facendo il giro dei media locali. Un ottantenne della zona è stato investito in pieno da uno scooter, pare un Honda SH 300, nella zona di Piazza Matteotti lungo il Corso Italia, all’altezza del supermercato “Netto”. Alla guida del mezzo vi era un uomo, 41enne di Piano di Sorrento, che, almeno stando alle primissime ricostruzione, non solo non avrebbe prestato soccorso alla persona investita, ma era anche sprovvisto di patente in quanto gli era stata ritirata. L’investito ha riportato la frattura della tibia e del perone e una prognosi di 30 giorni. Per l’investitore, invece, è iniziata un’indagine accurata delle Forze dell’Ordine, le quali hanno usufruito delle telecamere di videosorveglianza poste in zona e hanno cercato di carpire quante più informazioni possibili dai testimoni presenti all’accaduto. La Polizia Municipale è riuscita a risalire all’identità di colui che guidava il motoveicolo e l’ha condotto in caserma: da qui, poi, è stato condotto al Nosocomio dove ha effettuato gli esami di rito (per constatare se ci fosse presenza di alcool o droghe nel sangue). E’ scattata, ergo, subito la denuncia per lesioni ed omissione di soccorso (Clicca qui per le informazioni dettagliate).

Noi di Positanonews abbiamo ascoltato in esclusiva l’avvocato che si occupa della difesa dell’accusato, la dott.ssa Mariarosaria Terminiello, la quale ci ha gentilmente rilasciato delle informazioni, nonché una prima versione dei fatti del suo assistito: “Il mio assistito è in forte stato di ansia, al momento -ha confermato l’avvocato Terminiello- Quello che mi ha riferito, dopo una prima visione dei fatti, è che non si è assolutamente accorto di aver investito la persona anziana: quello che si ricorda è di aver perso i sensi, di non essere stato neanche soccorso da nessuno e al suo risveglio di aver ripreso il controllo del mezzo, in tutta tranquillità, e di aver proseguito per la sua strada. Dovrebbe esserci anche un testimone che possa confermare il tutto. Appena ha saputo di aver recato un danno a quell’uomo è rimasto shockato e ha fatto sapere di volerlo andare a trovare in ospedale.

Continueremo ad aggiornarvi riguardo la questione.