CILENTO. OMICIDIO VASSALLO: INCHIESTA AD UNA SVOLTA?

0

Potrebbe esserci un’ulteriore clamorosa svolta nelle indagini per l’omicidio del sindaco di Pollica Angelo Vassallo, ucciso in un agguato nella notte tra il 5 ed il 6 settembre del 2010. A dare una nuova possibile chiave di lettura della vicenda potrebbe essere l’arresto di Sonia Pisani, vigilessa di Cecchina, centro alle porte di Roma, donna di un noto esponente della malavita del basso Lazio ma soprattutto originaria della stessa Pollica e figlia dell’ex generale dei Carabinieri Domenico Pisani che tutt’ora vive nel rinomato centro sulla costa cilentana. Un intreccio sul quale stanno già lavorando la procura di Roma e quella di Salerno. Sonia Pisani è stata arrestata con l’accusa di concorso in duplice omicidio nell’ambito dell’inchiesta sulla sparatoria avvenuta lo scorso 30 maggio all’interno di una villa sui Castelli Romani dove sono stati uccisi due uomini e feriti altrettanti, presumibilmente per questioni legate al traffico di droga. Gli inquirenti però stanno cercando di capire se c’è un collegamento tra la sparatoria dello scorso maggio e l’omicidio del sindaco Vassallo soprattutto dopo che alcuni giorni fa, proprio per l’inchiesta sull’assassinio del sindaco pescatore, erano stati emessi dal Pool Antimafia di Salerno ben sei avvisi di garanzia nei confronti di alcuni personaggi legati alla malavita e visti frequentemente a Pollica nei mesi precedenti il giorno dell’omicidio. Un episodio ritorna ora alla mente: due sere prima del suo assassinio Vassallo affrontò duramente uno spacciatore in un noto locale del posto. Ma al vaglio degli inquirenti ci sono nuovamente anche le dichiarazioni di uno dei fratelli del sindaco ucciso: Angelo Vassallo aveva confidato che alcuni esponenti delle forze dell’ordine erano in combutta con personaggi poco raccomandabili e che la cosa era stata già denunciata a Roma senza ricevere alcune risposta. Per gli inquirenti un nuovo filone d’indagine con un movente che potrebbe fornire finalmente il quadro criminale nel quale è nato l’omicidio di Vassallo, un sindaco evidentemente ritenuto troppo scomodo per chi avrebbe voluto fare loschi affari a Pollica.

TRATTO DA TV OGGI SALERNO