Cristina Passini dal terremoto a Capri

0

Una bella storia raccontata dai colleghi di Capri News che volentieri riprendiamo e rilanciamo 06/02/2017 – I sorrisi, la gioia, i sacrifici, in un attimo lo choc del sisma, la disperazione, la ripresa e – poco alla volta – di nuovo i sorrisi.
Cristina Passini, 27 anni, pasticcera da quattro, marchigiana doc, aveva un sogno fin da bambina. Un sogno diventato realtà tre anni e mezzo fa, nel centro di Camerino (Macerata), con l’apertura di una pasticceria tutta sua, “Toffee”, come una romantica canzone di Vasco. L’ottobre scorso il negozio è stato completamente distrutto dal sisma.
Pasticceria, gelateria e bar. Dalle 6 della mattina alle 9 di sera senza fatica, solo con gioia. Poi, d’improvviso, il terremoto: il 26 ottobre in un attimo il sogno di Cristina si è spezzato.
Da quel giorno la disperazione, il pensiero di Cristina di volersene andare dall’Italia, ma poi anche la solidarietà, la speranza e la tenacia che vuole vedere ricostruito quel sogno di una pasticceria “a casa sua”. Ripresasi lentamente dallo choc, una situazione che l’ha segnata profondamente anche perchè si trovava proprio nel suo locale al momento del crollo, la giovane pasticcera si prepara ad una nuova avventura, una sua seconda vita professionale, a Capri.
“Per il momento – ha raccontato Cristina rispondendo alle domande di numerose testate giornalistiche e blog che l’hanno intervistata – faccio le valigie e mi sposto a Capri, lavorerò come pasticcera al ristorante Monzù dell’Hotel Punta Tragara a Capri con lo chef Luigi Lionetti e so già che sarà sicuramente un’esperienza importante, che mi servirà in futuro”.
Un futuro che lei vede nelle Marche dove vuole tornare per rimettere in piedi la sua “Toffee”.
A Cristina Passini diamo il benvenuto a Capri augurandole tanti entusiasmanti successi professionali anche qui sull’isola azzurra, all’ombra dei Faraglioni.

Lascia una risposta