Maiori costa d´ Amalfi strade dissestate e abbandonate. Polemiche su Via Nuova Chiunzi

0

Riceviamo e pubblichiamo diverse mail sulla Via Nuova Chiunzi che porta dalla costa d’ Amalfi a Maiori a Tramonti paese nel cuore dei Monti Lattari, come Ravello e Scala, della costiera amalfitana

Volevo segnalare attraverso Positanonews la problematica della via Nuova Chiunzi a Maiori…..

Come mai tutto tace?

Non solo hanno fresato i primo 400 metri che da una settimana non sono ancora stati asfaltati, ma nella zona della frazione S. Pietro il dissesto stradale della strada, segnalato da più di una ventina di famiglie per iscritto e a voce all’attuale amministrazione, procura vibrazioni alle case circostanti con grave pericolo per la pubblica e privata incolumità.

Lettore

In riferimento alla segnalazione di un lettore sul dissesto della Via Nuova Chiunzi, desidero aggiungere ulteriori considerazioni per rendere meglio comprensibile la situazione nella quale quotidianamente si trovano a vivere gli abitanti di questo disgraziato budello che è la Via Chiunzi. La prima considerazione riguarda il traffico pesante: gli autobus della SITA, oltre a transitare per le corse di servizio, utilizzano la strada per ricoverare gli automezzi nel deposito sito in località Demanio. Capita spesso che tre o quattro automezzi si trovano lungo il percorso paralizzando il traffico gia congestionato. E se gli autocarri della cartiera fanno lo stesso persorso è la fine. Perchè gli autocarri con rimorchio corrono lungo questa strada non per portare carichi a destinazione, ma semplicemente per andare a girare nello svincolo di costa d’Angolo; e questo per svariate volte in una giornata a cominciare dalle tre del mattino. Ora questo tipo di traffico, su una strada dissestata e attraversata nel sottosuolo da fognatura, canali per i cavi elettrici e per i tubi del gas, causa agli stabili pericolose vibrazioni tanto che ogni appartamento presenta visibili crepe nella muratura. Personalmente devo denunciare la rottura di piastrelle nel bagno e lesioni nelle stanze. A tutto ciò si aggiunga la sosta spietata di auto e moto, quest’ultime depositate con il  bauletto che sporge di parecchio sulla sede stradale, impedendo la visuale al traffico normale. Un’ulteriore considerazione riguarda la sorveglianza: ci sono giorni in cui non si vede l’ombra di un vigile e spesso sono gli stessi automobilisti in caso di ingorgo a far defluire il traffico. La Via Nuova Chiunzi è una strada estremamente pericolosa; avrebbe bisogno di particolare attenzione da parte delle istituzioni garantendo maggiore sorveglianza ed utilizzando dispositivi atti a sanzionare l’eccessiva velocità degli utilizzatori della strada.

Inserito da:
Utente del WEBgiuseppe.di.landro@alice.it

La redazione

La strada in questione è della provincia di Salerno, ma questa è un’arteria importantissima della costiera amalfitana. La precedente amministrazione provinciale si caratterizzò per le “strade fantasma” nel Cilento, per cui vi sono delle indagini serie in corso, questa pare per le “incompiute”.. Sempre meglio di prima.. Da destra piangiamo e da sinistra non ridiamo.. Il Comune di Maiori non ci ha comunicato nulla ne ha provveduto ad affiggere un manifesto in loco per informare i cittadini.. se lo facessero pubblicheremo la loro risposta

Lascia una risposta