Capri. Alibus navetta nel porto. La soluzione non convince

0
Afflusso regolare in occasione dell'aumento dei controlli di auto e passeggeri in partenza dal porto di Napoli, 13 agosto 2016. ANSA/ CESARE ABBATE

Capri. Trasferta a Napoli martedì per l’audizione in Regione degli amministratori delle isole per individuare una soluzione circa il trasferimento dei passeggeri dal Molo Beverello a Calata Porta di Massa a Napoli. E intanto già si è appreso che da mercoledì primo febbraio andrà in funzione l’alibus che partirà dal piazzale angioino del Beverello per raggiungere gratuitamente l’Immacolatella Vecchia, dove poi a piedi gli utenti delle vie del mare, pendolari, studenti e anche turisti, dovranno raggiungere il terminal di Calata di Massa: oltre duecento metri nello scalo marittimo. Una soluzione, anche se temporanea, che non soddisfa l’assessore alla Mobilità del comune di Anacapri Massimo Coppola che lamenta, inoltre, l’assenza di comunicazione su decisioni che coinvolgono la mobilità degli abitanti delle isole del golfo. «In attesa di soluzioni definitive – dice Coppola – noi denunciamo che anche chi vuole raggiungere a piedi le due stazioni marittime si trova davanti una situazione insostenibile perché manca un percorso sicuro e le zone sono al buio e, tra l’altro, disseminate di barriere che delimitano l’accesso, per cui è indispensabile, se si vuole aprire l’area portuale a percorsi pedonali, che venga creata subito un’area ben illuminata e sicura. Gli autobus dovranno fermarsi ai terminal di Beverello e Calata di Massa per evitare disagi e tratti a piedi ai passeggeri». (Il Mattino)

Lascia una risposta