SANT´AGNELLO LE OPPOSIZIONI PINOCCHIO A ORLANDO CHE REPLICA ATTACCHI VERGOGNOSI POI SALVATI

0

A seguire pubblichiamo il manifesto delle minoranze la risposta del sindaco orlando subito dopo la replica di Salvati ed in calce il suo intervento per  Metropolis. “Sindaco Pinocchio” “Falsità e strumentalizzazioni”  non accenna a placarsi lo scontro a Sant’Agnello , Penisola sorrentina costa di Sorrento . Scontro al fuoco bianco fra il sindaco Gian Michele Orlando e le opposizioni prima questo si è spostato sul quotidiano Metropolis dove Orlando ha attaccato Coppola (pubblichiamo sotto il suo intervento al proposito) poi le opposizioni con un volantino a firma di Antonino Castellano e Rocco D’Esposito (PDL), Agnello Marone e Antonio Coppola (Impegno Nascente) e Giovanni Salvati e Mario Coppola (Liberi Cittadini) distribuito porta a porta l’oppsizione denuncia le 7 bugie del sindaco Orlando. 1° Bugia: Sarà costruita la nuova scuola media!!! Dopo più di tre anni nonostante l’amministrazione sagristani avesse già approvato il progetto, acquistato il suolo in via dei gerani, recuperato i fondi, della nuova scuola media neanche l’ombre!!! Anzi i fondi derivanti dall’alienazione del terreno di Via Cocumella (quasi 2 milioni di euro) destianti alla costruzione del nuovo edificio scolastica sono stati sperperati con l’acquisto di nuovi artredi, macchine e luminarie. 2° Bugia: Sarà aperto l’asilo nido per i nostri bambini!!! Dopo più di tre anni nonostante l’edificio di Via San Vito sia stato ristrutturato da parte dell’amministrazione Sagristani e debba solo essere affidato al piano sociale di zona per far partire il servizio, inspiegabilmente è tutto fermo e dell’asilo nido neanche l’ombre. 3° Bugia: Saranno realizzate le case per i cittadini!!! Dopo più di tre anni delle case per i bisognosi, per le giovani coppie e per i cittadiini che non hanno santi in paradiso neanche l’ombra!!! Mentre vengono realizzate le cooperative ai colli di fontanelle piene di parenti ed amici del sindaco Orlando, in barba alle legge ed alla giustizia sociale. 4° Bugia: Sarà ristrutturato il campo sportivo di viale dei pini, con rifacimento del manto erboso e tribune!!! Dopo più di tre anni nonostante un atto consiliare della precedente amministrazione che prevedeva tutto ciò e nonostante i numerosi annunci fatti da Orlando e company sui giornali di ristrutturazioni milionarie il campo sportivo di viale dei pini è alla stregua di una porcilaia e ridotto in modo vergognoso con forti disagi per i nostri ragazzi. 5° Bugia: Sarà completato l’approdo turistico a Marina di Cassano con annesso stabilimento balneare per i nostri cittadini. Dopo più di tre anni i lavori non solo ultimati, il collaudo non è stato fatto, il sito che doveva essere il fiore all’occhiello della nostra città è in uno stato di totale abbandono con numerosi contenziosi e anche per quest’anno resterà chiuso con grave danno per i nostri cittadini. 6° Bugia: Sarà realzizata a totale carico del comune l’isola ecologica e sarà ridotta la tasse sui rifiuti. Se si è realzizata l’isola ecologica di via nastro d’argento che nonostante l’ultimazione dei lavori è inspiegabilmente ancora chiusa, è solo grazie all’impegno del consigliere Castellano che è riuscito ad ottenere dalla Provincia di Napoli il 50% del costo dell’opera. Mentre i costi della tariffa sono notevolmente aumentati non per migliorare il servizio, visto che la raccolta differenziata nell’ultimi anno è diminuita di circa il 10% ma per nuove assunzioni di amici e amici degli amici. 7° Bugia: Disse Orlando….nonostante i buchi del bilancio lasciati dalla precedente amministrazione si miglioreranno i servizi sociali, si dimezzerà l’indennità del sindaco e della giunta, si taglieranno le spese inutili. L’assessore al bilancio Giuseppe Coppola ’62 ha pubblicamente ammesso che la precedente amministrazione ha lasciato i conti in ordine e anzi Sant’Agnello è un comune più che sano. Nel frattempo i nquesti tre anni e mezzo si è raddoppiata l’indennità di carica al sindaco e alla giunta, si sono tagliati i fondi ai servizi sociali e si sono sperperati e si vogliono ancora sperperare centinaia di migliaia di euro dei cittadini di Sant’Agnello con manifestazioni inutili solo per accontentare i vari consiglieri comunali. DICIAMO BASTA A TUTTO CIO’ !!! DICIAMO BASTA A QUESTO SINDACO PINOCCHI!!! SANT’AGNELLO NON E’ IL APESE DEI BALOCCHI!!! SALVIAMO LA NSOTRA CITTA’!!! MANDIAMOLI A CASA!!! I consiglieri di opposizione

Intervento di Orlando

In tarda serata il Sindaco di Sant’Agnello ha diffuso un comunicato a “…integrazione e chiarimento di quanto già dichiarato in merito alla distribuzione di un volantino da parte delle minoranze consiliari“. Questa la dichiarazione di Gian Michele Orlando: “Ancora una volta, e sempre ripetendo noiosamente le stesse cose peraltro in maniera totalmente scorretta e strumentale, le minoranze hanno dimostrato tutta la loro (in)capacità nel fare opposizione.  E se così continuano, penso che tra due anni la riconferma della nostra amministrazione sarà una passeggiata. Anche perché la gente sta appieno apprezzando il nuovo corso della nostra amministrazione. Una amministrazione con i piedi per terra e lo sguardo in avanti determinata ad attraversare la difficile congiuntura economica facendola pesare il meno possibile sui suoi concittadini. Una amministrazione del fare,  moderna e libera da partiti, da ambizioni di ascese politiche a tutti i costi.

Noi non vogliamo andare alla Provincia, né alla Regione né tantomento al Parlamento. Noi vogliamo rispettare la fiducia che i cittadini ci hanno accordato e fare oggi e domani solo ed esclusivamente l’interesse collettivo. E ci stiamo riuscendo soprattutto grazie ai consiglieri ed agli assessori di maggioranza lontani, ve lo assicuro, da logiche di palazzo e vicini alla gente. Essi non hanno bisogno di alcun ombrello protettivo che qualche sindaco dell’epoca arrogantemente sosteneva di fornire perché non hanno bisogno di proteggersi da nulla. Pietro Gnarra, Pasquale Esposito, Antonino Coppola,Giuseppe Coppola 71, Giuseppe Coppola  62, Giuseppe Gargiulo, Gaetano Maresca, Arturo De Alteris, Attilio Massa e Salvatore Guarracino  hanno mantenuto ferma la barra dell’amministrazione che subisce incessantemente, sin dal primo giorno del mio mandato, attacchi vergognosi ed ignobili, minacce e lettere anonime, esposti in Procura ed alla Corte dei Conti. E se resistono è perché sono liberi come liberi voglio che siano sempre i miei concittadini. A loro ed a tutti i cittadini che ci sono vicini voglio dire “grazie”. Vi assicuro che nonostante tutto  la nostra amministrazione non è stanca ed anzi si nutre di nuova linfa rivitalizzante ad ogni attacco della minoranza; noi continueremo a fare la nostra parte ed a comunicare direttamente con i cittadini attraverso internet e manifesti. Noi non abbiamo paura; ed è per questo che noi non vogliamo “conquistare” la benevolenza delle opposizioni, con prebende, presidenze SETEAP o assessorati; preferiamo  piuttosto lasciarle fare il ruolo che il popolo aveva loro assegnato o che si sono scelti durante il mandato amminstrativo

La replica di Salvati

 

Caro direttore, ho letto il duro comunicato del Sindaco Orlando in merito al volantino sottoscritto dalle opposizioni consiliari di S.Agnello. Quello che mi ha colpito, ovviamente ,ma ormai ci siamo abituati, è il totale mancato riscontro a problemi concreti che pure abbiamo messo sul piatto! Problemi reali come la mancata realizzazione della nuova scuola media o la mancata realizzazione di case in cooperativa per le giovani coppie e per le famiglie bisognose o la ristrutturazione del campo sportivo in erba di viale dei Pini. E potrei continuare elencando una serie di promesse elettorali sbandierate e mai realizzate! Ed invece, il solito, monotono, discorso autoreferenziale di lavoro nell’interesse del paese,di vittoria nella prossima tornata elettorale e tante altre amenità che come pappagalli parlanti ben addestrati, si dicono da soli. Il buon Orlando, mi si perdoni il blasfemo paragone, mi sembra come Berlusconi che ha la maggioranza in Parlamento ma non nel Paese! E continua a fare sfoggio di muscoli dimentico dei risultati dei referendum o delle ultime consultazioni amministrative che hanno viceversa dimostrato ben altro! Certo autoelogiarsi e dire le solite quattro menate è molto facile,convinto che il popolo sia sempre disposto a bere tutto! Noi come opposizione, abbiamo messo sul tappeto questioni concrete ed aspettiamo delle risposte nei fatti! Ciò deve avvenire non con le parole o con quelle farse di consiglio comunale,dove forte della maggioranza numerica,si dice no ad ogni contributo che non proviene dai propri banchi. Noi ci aspettiamo,nell’interesse del paese, le soluzioni ai problemi che abbiamo posto sul tavolo! E tra l’altro tutta questa acredine per un modo di fare opposizione,non la comprendiamo proprio! Da che mondo è mondo, nell’ambito della dialettica politica, ognuno esprime come può, la sua azione politica! Mi sembra proprio che Orlando e la sua maggioranza vivano fuori del mondo, arroccati nel palazzo e chiusi ad ogni tentativo di dialogo. Solo forti tensioni che si riflettono sull’immobilismo del paese, ancora  al palo, da quando si sono tenute le scorse elezioni! Noi non abbiamo certo la presunzione di dire che stiamo facendo bene ma lasciamo al popolo sovrano la valutazione dei fatti! Non abbiamo mai detto alcunché ne ci siamo mai autoelogiati, a differenza di Orlando&Company che forse cercano di autoconvincersi di essere nel giusto e la cosa bella è che ci credono pure! 

Gianni Salvati, ex presidente del Consiglio Comunale di S.Agnello

Orlando su Metropolis

Ho aspettato che il quotidiano Metropolis pubblicasse la mia nota inviata per rispondere alle affermazioni del consigliere di minoranza Antonio Coppola. L’articolo è stato pubblicato cassato però di alcuni passaggi e commenti che invece ne sono parte integrante e motivante la mia stessa richiesta di replica. Comprendo le esigenze di spazi, ma non quella utile a una censura preventiva dell’altrui opinione, evidentemente per autotutela, quella su cui il consigliere Coppola evidentemente può contare, come già avvenuto fino ad oggi, forse per il canale privilegiato e protetto garantitogli da questa testata giornalistica presso la quale, mi sembra, si diletta ancora a pubblicare articoli sulla salute. Prendo atto, ringrazio per l’attenzione che mi è stata comunque dedicata, propongo ai visitatori del mio sito il testo integrale della mia precisazione in modo che il mio pensiero sia compiutamente espresso aiutando meglio a comprendere il senso della richiesta stessa. “In riferimento all’articolo pubblicato su Metropolis domenica 19 giugno 2011 inerente le dichiarazioni rese dal consigliere di minoranza Antonio Coppola del gruppo “Impegno Nascente” preciso, con richiesta di pubblicazione, quanto segue:
“Il consigliere Antonio Coppola del gruppo Impegno Nascente appare sui media prevalentemente la domenica con proclami destituiti di fondamento come sarebbe facilmente verificabile grazie a una più attenta verifica delle notizie che riferisce visto che le stesse, ma di contenuto addirittura opposto, vengono pubblicate anche dal vostro stesso giornale in un’alternanza di conferme e smentite che ingenerano confusione in chi legge. Se c’è un diritto-dovere di cronaca, al quale sicuramente non vogliamo sottrarci, neanche però esserne strumentalizzati per un’evidente volontà politica, ma che giornalisticamente non è giustificabile. Il parto di “Impegno Nascente”, mi sia consentita l’ironia, dev’essere davvero difficile visto che, a distanza ormai di più di tre anni dalle elezioni, questo Impegno non è ancora nato. Il consigliere Coppola infatti non lo si vede mai al Comune di Sant’Agnello, tranne che per consegnare all’unico ufficio che conosce, quello del protocollo, qualche interrogazione che gli viene affidata. Né lo si incontra per strada a Sant’Agnello, a contatto coi cittadini che neanche lo conoscono. Provare per credere! Eppure quasi ogni domenica tuona sulla stampa con le sue filippiche sempre più evidentemente teleguidate, anzi mal guidate visto che non hanno né capo né coda. A sembrare Alice nel paese delle meraviglie mi sembra sia proprio lui che domenica 19 giungo, tanto per cambiare, su Metropolis ha accusato ingiustamente  l’Amministrazione comunale di:
– aver cancellato le riduzioni TARSU per le famiglie monocomponente.  Mi sembra invece che sia esattamente il contrario, come spiegato bene sia in Consiglio comunale sia con un apposito manifesto affisso per le strade cittadine, che tale riduzione c’è e resta pienamente in vigore. Anzi si può ravvisare nella manipolazione della verità anche una grave scorrettezza compiuta ai danni della cittadinanza, trattandosi di informazioni relative a tasse comunali, oltre che dell’Ente medesimo che non può essere delegittimato, nell’azione politica ma anche amministrativa, da comportamenti così palesemente subdoli e inveritieri;
– sull’aumento dei costi dei ticket per la sosta parcheggio vorrei conoscere a che cosa si riferisce il consigliere Coppola visto che non è stato aumentato alcunché;
– la stessa cosa vale per i costi dei diritti di segreteria: a che cosa si riferisce se non abbiamo aumentato un bel nulla?
– Sempre Coppola tuona sulle spese delle utenze telefoniche del Comune. Anche qui sono pronto a esibire tutti i dati fatturati e soprattutto a confrontarli con i costi specificamente sostenuti nelle due amministrazioni-Sagristani in modo che sia chiaro a tutti come stanno effettivamente le cose.  Dato che ci troviamo, verifichiamo pure quali sono stati i costi legati all’uso delle auto comunali nelle due precedenti amministrazioni così il quadro diventa ancora più chiaro prima al consigliere Coppola e quindi agli stessi cittadini.
– Per quanto riguarda infine l’isola ecologica il Consigliere Coppola dovrebbe notare che già non ci sono più camion che scaricano davanti ai cancelli chiusi e che questa settimana, dopo la visita conclusiva di collaudo e quella dell’ARPAC l’isola ecologica entrerà pienamente in funzione. Vorrei ricordare che è una opera ideata, progettata, finanziata e realizzata interamente dalla nostra amministrazione in poco più di tre anni!
– Coppola tuona ancora contro il raddoppio delle indennità di carica degli assessori. Vorrei ricordargli come tali emolumenti sono sempre gli stessi se non addirittura diminuiti “ope legis” del 10% da ormai 10 anni. La mia unica colpa fu di dimezzarli per il primo anno della mia amministrazione.
Mi aspetto la risposta del consigliere Coppola…ovviamente di domenica”.