Domani il Milan contro il Torino in Coppa

0

  Fiorentina-Chievo al Franchi: la vincente affronterà il Napoli ai quarti il 24 gennaio Per gli ottavi di Coppa Italia anche Juve-Atalanta alle 20.45 domani Milan-Torino alle 21

No news, good news si dice… Non è così, non può esserlo per quanto riguarda il mercato del Milan che è letteralmente bloccato. Dopo la cessione di Luiz Adriano allo Spartak (ieri il brasiliano è volato a Mosca per ufficializzare la sua cessione), sempre ieri si è concretizzato il previsto scambio di portieri Gabriel-Storari. Con Vincenzo Montella più che mai orientato a fare di necessità virtù, attrezzandosi ad affrontare la seconda, delicatissima fase di questa stagione mantenendo dritta la barra del timone rossonero verso la zona Champions League senza poter avere apprezzabili cambi nell’equipaggio. L’Europa che conta sembra virtualmente abbordabile, alla portata della squadra rossonera che, in questo momento, ha 36 punti in classifica con una partita in meno (il recupero al Dall’Ara contro il Bologna previsto l’8 febbraio) che, addirittura, potrebbe irrobustire una graduatoria già eccellente che vanta un bel 7+ rispetto a quella di un anno fa.

ALTERNATIVE. Il tecnico rossonero cercherà anche domani in Coppa Italia contro il Torino (San Siro, ore 21) di centrare un altro obiettivo fondamentale, di vitale importanza per la storia attuale del Milan. La doppia vittoria contro la Juventus (con annessa Supercoppa di Lega) ha impreziosito notevolmente un’annata che si teme ancora oggi (meglio essere prudenti…) possa essere solo di transizione. Contro il Toro (si replica lunedì sera, in campionato, al “Grande Torino”) i rossoneri hanno a loro disposizione un solo risultato. Anche e soprattutto per questo motivo Montella ridurrà al minimo il turnover in Coppa Italia, affrontando solo le necessità primarie. La più evidente riguarda la squalifica di Niang che verrà sostituito da Bonaventura. Potrebbe godere di un turno di riposo (in panchina…) Locatelli sostituito da Bertolacci, mentre non ci dovrebbero essere problemi nel rivedere Abate e Kucka a ricomporre il binario di destra. Se il capitano, infortunatosi domenica sera contro il Cagliari, dovesse restare a riposo verrebbe sostituito da De Sciglio. Questa mattina (allenamento ore 11), Montella verificherà anche lo stato febbrile di Romagnoli. Nel caso il centrale non fosse del tutto recuperato, al suo posto ci sarebbe Gomez. Potrebbe ritornare utile, ma solo a partita iniziata, anche Davide Calabria, finalmente fisicamente recuperato dopo un periodo abbastanza sfortunato.

LAPADULA. Non è detto che Montella, volendo sfruttare il contagioso entusiasmo di Lapadula, non riproponga il bomber made in Italy dal 1′. Anche perché gli piacerebbe verificare, come ipotesi suggestiva, che effetto fa gettare nella mischia Bacca direttamente dalla panchina, praticamente a ruoli invertiti. Appare difficile da coniugare l’uso e consumo, contemporaneamente in campo, di Lapadula e del colombiano dall’inizio della partita. Anche perché Suso non gradirebbe troppo reggere il… moccolo come trequartista puro, sminuendo le sue doti di giocoliere sulla fascia destra.

TUTTI A CASA! Il cerimoniale della vigilia del primo turno di Coppa Italia 2016-2017 riserva quest’oggi la sveglia all’alba un po’ per tutti. La conferenza-stampa in programma a Milanello alle ore 10 anticiperà la rifinitura (ore 11). Poi, però, finita la doccia e dopo il pranzo all-inclusive, diventerà facoltativo restare in ritiro fino a domani pomeriggio nel quartiere generale rossonero. In pratica Montella concederà ai suoi giocatori una lunga pausa in famiglia anche perché questa settimana sarà particolarmente lunga. Il posticipo di lunedì contro il Torino costringerà i rossoneri a fare gli straordinari.

fonte:corrieredellosport

Lascia una risposta