CILENTO SCARIO: ASPIRANTE SUICIDA SALVATA DAI CARABINIERI

0

Nella giornata di ieri alle ore 15.00 circa, a Scario, frazione di San Giovanni a Piro (SA), a seguito di richiesta telefonica, a mezzo della Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Sapri, la pattuglia automontata della Stazione Carabinieri di San Giovanni a Piro (agli ordini del Mar.A.s.UPS Roberto RICOTTA), interveniva presso una privata abitazione, già satura di gas, proveniente da una bombola di GPL, premeditatamente lasciata aperta da una donna, trentenne, di nazionalità Rumena, coniugata, che in preda ad una forte crisi depressiva, si era ivi barricata, unitamente alla propria figlia, minore, manifestando chiari intenti suicidi. Agli uomini della Benemerita, che invano, dall’esterno dell’abitazione, tentavano di farla desistere dall’insano gesto, invitandola ad uscire, rispondeva con estrema violenza, brandendo due grossi coltelli da cucina, ben visibili, attraverso il vetro di una porta finestra, serrata dall’interno. Nella circostanza, i militari operanti, con non comune capacità di mediazione, alto senso del dovere e sprezzo del pericolo, riuscivano a distrarre la donna, penetrando con azione repentina nell’abitazione, a mezzo di sfondamento della porta di ingresso, ostruita da un grosso frigorifero e da altre masserizie, riuscendo così a trarre in salvo la predetta, unitamente alla propria figlia. Nell’occorso, uno dei Carabinieri, tempestivamente visitato da sanitari del 118, successivamente intervenuti sul posto, riportava “una lieve abrasione all’avambraccio e braccio sinistro”, venendo giudicato guaribile in gg. 3 di prognosi. Le malcapitate venivano soccorse, e trasportate a mezzo di autoambulanza, presso l’Ospedale Civile di Sapri. L’eroico gesto ha evitato un tragico epilogo.

TRATTO DA TV OGGI SALERNO

SCELTO DA MICHELE PAPPACODA