AMALFI SI BLINDA SI PARGHEGGIA SOLO COL BOLLINO

0

 

Amalfi.Cambiano le regole per l’accesso al centro storico di Amalfi. Più rigore e una maggiore regolamentazione, soprattutto per le auto dei non residenti, sono i criteri seguiti dall’amministrazione comunale, guidata da Alfonso Del Pizzo, nella stesura della nuova bozza di disciplina per l’accesso e la sosta nella zona a traffico limitato. Nel nuovo regolamento, che fino a ieri è stato è stato oggetto di osservazioni per essere stato sottoposto all’attenzione di cittadini e operatori (non è escluso che la bozza possa essere oggetto a breve di un incontro pubblico per la ricezione delle istanze utili a rendere più elastico il provvedimento) figurano anche nuove ipotesi per la sosta nei parcheggi pubblici e per le attività di carico e scarico merci nonché di bagagli dei turisti nel centro storico di Amalfi. La proposta di regolamentazione è divisa in due fasi temporali: una transitoria, che disciplinerà i settori in oggetto dal 1° luglio al 31 dicembre; l’altra definitiva, che decorrerà dal 1° gennaio 2012. «La nuova regolamentazione apporterà alcune sostanziali novità – spiega il consigliere alla programmazione turistica, Gennaro Pisacane – La prima grossa differenza è quella che riguarda l’impostazione di fondo della nuova disciplina che si differenzia rispetto al passato, quando alla Ztl potevano accedere sostanzialmente tutti: residenti e non residenti, ospiti della strutture alberghiere e non. Il vecchio sistema, tuttora in vigore, si fonda sul ”buon senso” dei garagisti e sui controlli repressivi che andrebbero effettuati dal Comando di polizia municipale al fine di verificare il rispetto il numero dei posti disponibili. Esso, però, fa acqua da tutte le parti». Per questo il nuovo sistema si fonderà sul principio del controllo preventivo. In pratica, alla Ztl non potranno accedere tutti, ma solo i soggetti preventivamene autorizzati. Saranno reintrodotte le autorizzazioni bianche che, però, questa volta, verranno rilasciate in numero non superiore ai posti effettivamente esistenti. La seconda differenza riguarda la quantità dei soggetti autorizzati all’accesso. «La vecchia disciplina consente l’accesso a tutti, compresi giornalieri e occasionali ed ospiti di strutture ricettive – spiega Pisacane – La nuova dà un taglio netto ai giornalieri e occasionali ed, a regime, darà un taglio netto anche agli accessi degli ospiti delle strutture ricettive. Sul punto preciso che, in fase transitoria, si è mantenuta la possibilità di accesso alla Ztl delle strutture ubicate all’interno (che cumulano il 50% circa della capienza ricettiva del centro storico) al solo fine di non correre il rischio del riempimento in lunga sosta di Luna Rossa, a danno degli altri segmenti di mercato. La terza differenza è quella che riguarda il sistema tariffario. La novità è che nella nuova disciplina è prevista l’esclusiva per gli alberghi sulla lunga sosta al garage Luna Rossa». Modifiche per la sosta saranno apportate anche per le auto dei residenti delle frazioni e delle zone esterne al centro storico per i quali si prevede l’applicazione di una tariffa agevolata anche di sabato e domenica. Il ticket di parcheggio a Piazza Flavio Gioia I e II passerà da 3 a 5 euro di Flavio Gioia e servirà a compensare il minor gettito che deriverà dalla misura. La Darsena, poi, dopo le 10, resterà a riservata in via esclusiva ai residenti dotati di bollino rosso. «Altra differenza tra la vecchia e la nuova disciplina è quella che riguarderà il carico e scarico merci nella Ztl, che non potrà aver luogo oltre le 10 di mattina – conclude Pisacane – I carrelli elettrici adibiti a questo tipo di attività, quindi, non potranno più accedere alla Ztl oltre questo orario. Infine, i posti moto saranno riservati unicamente a residenti e lavoratori dipendenti».

Mario Amodio IL MATTINO

INSERITO DA MICHELE PAPPACODA