Manfredonia (FG). Angelo Riccardi omaggia Cristanziano Serricchio.

0

Manfredonia:  Riccardi omaggia Cristanziano Serricchio

 

“Siamo di fronte al maggior poeta vivente della Puglia”, per citare il giornalista Raffaele Nigro

L’omaggio del sindaco Angelo Riccardi a Cristanziano Serricchio:

 

A volte le giornate trascorrono così veloci e frenetiche da impedirmi di cogliere la bellezza di ciò che mi accade intorno, di cose e persone che rendono Manfredonia una città straordinaria. Ma tra una riunione e l’altra, tra telefonate e viaggi in auto, è piacevole lasciarmi sorprendere da una particolare sfumatura del mare, dal grido dei gabbiani, dal sorriso largo di quell’anziana signora… dalla poesia di vita quotidiana che cammina per le strade della città. E dalla poesia al poeta il passo è breve: c’è un uomo che ha messo Manfredonia in versi e, con lei, la nostra stessa anima di sipontini; un uomo che portato il nome della nostra città sulle vette della letteratura italiana contemporanea, stimato da Mario Luzi e Maria Luisa Spaziani. Quest’uomo è Cristanziano Serricchio.

 

Mentre mi reco a lavoro, lo intravedo spesso caracollare con passo pacato per via Campanile, lo sguardo piano ombreggiato dalle folte sopracciglia, intento alle piccole faccende di tutti i giorni. E un moto di affetto e di profonda ammirazione mi riempie il cuore per il poeta della mia città, che le parole fanno fatica a raccontare. La sua voce si è elevata tra i banchi di scuola, maestro elementare prima, docente e preside dell’Istituto ‘Roncalli’ poi, in un’intensa attività didattica che ha attraversato gli anni ’40 fino al ’65.

 

Come assessore alla Cultura e alla Pubblica Istruzione ha avviato l’istituzione del Museo Archeologico Nazionale e la sistemazione della Biblioteca Comunale.
Recentemente è stato nominato vice presidente per la Puglia del Centro ‘Studi di Storia Patria’. Tra collaborazioni a riviste, giornali e trasmissioni Rai, Serricchio si è rivelato autore prolifico, pubblicando raccolte di poesie, opere narrative, numerosi saggi archeologici, storici e letterari. Innumerevoli i premi e i riconoscimenti ricevuti. Le sue poesie sono state tradotte in svariate lingue. “Siamo di fronte al maggior poeta vivente della Puglia”, per citare il giornalista Raffaele Nigro.

 

Da qui l’orgoglio mio e di tutta Manfredonia di avere come concittadino un grande artista, e un grande uomo, che sa coniugare l’intensa attività intellettuale e letteraria con quella civile, in un impegno personale totalizzante: attraverso l’insegnamento e il colloquio continuo con i giovani, gli ambienti letterari, sociali e politici, Serricchio alimenta la riflessione sul significato dell’esistenza, sul valore e sulle motivazioni da dare ai giorni e al futuro… E al centro della sua poesia la nostra terra, di cui ha cantato il gran cuore, la gente, le radici, la natura, la cultura antica, le speranze di riscatto, “e spiagge interminabili d’amore”.

 

 

[Dal lancio-stampa ricevuto; segnalazione di Maurizio Vitiello.]

 

 

 

Lascia una risposta