OGLIASTRO CILENTO – LO SVILUPPO DEL TERRITORIO PASSA ATTRAVERSO L´IMPRENDITORIA FEMMINILE

0

Un invito a fare rete per lo sviluppo, dal territorio forte segnale rivolto alle istituzioni ed a quanti sono impegnati in attività imprenditoriali. E’ quanto emerso ad Ogliastro Cilento dove l’azienda “Bevande Vitantonio” lo scorso 6 giugno ha riunito presso la propria sede le eccellenze del territorio impegnate nel settore beverage, con particolare attenzione  anche dell’attenzione per la componente femminile.

«E’ stato evidenziato che sono tante le donne che con caparbietà, propensione all’innovazione  e successo guidano le aziende del salernitano sui mercati. – sottolinea Antonietta Di Stasi, amministratore della ”Bevande Vitantonio” ed impegnata a livello nazionale in seno al ConsorzioCda che raggruppa 105 aziende per un fatturato totale di oltre mezzo miliardo di euro – La risorsa umana al femminile rappresenta per il settore del beverage una opportunità alla quale non sempre viene dato il giusto risalto, così  ad Ogliastro Cilento abbiamo sviluppato il progetto nazionale Cda rendendo partecipi tutte le donne che si impegnano in questa attività che molti continuano a pensare essere il regno dei soli uomini».

Non a caso è stato realizzato un report filmato in cui vengono messe in evidenza, mentre operano all’interno delle rispettive attività, le donne che con le loro idee permettono di registrare consensi per la qualità dei prodotti e dei servizi offerti.

«Con fatturati, in centri anche di dimensioni ridotte – spiega Di Stasi che gestisce l’azienda di famiglia con i fratelli Gino e Luca – che spesso in aree ad alta densità di popolazione sono un sogno. E’ il segno che  i frutti giungono  quando l’impegno è totale nelle cose in cui si crede».

E la “BevandeVitantonio”, che in azienda vede la concreta partecipazione della terza generazione familiare dopo il pioniere Vitantonio Di Stasi che nel 1963 con notevole spirito imprenditoriale riuscì a determinare numeri di fatturato e di clienti notevoli per un mercato allora ancora in evoluzione, guarda con rinnovata attenzione ad un percorso di crescita proprio e dei clienti già in costante aumento.

«All’interno della nostra infrastrruttura nel 2010 abbiamo creato una sala degustazioni dove, con la collaborazione di professionisti e realtà produttive del settore, vengono effettuati corsi di formazione riguardanti il bere miscelato, il caffè e la birra.- spiega  DiStasi –  Inoltre, con le mie cognate Felicita Rago e Marcella Malinconico, abbiamo costituito la società “Progress srl” dedicata ad organizzare eventi e attività promozionali destinarte ai mostri amici clienti».

Uno sforzo apprezzato dalle industrie del settore beverage che all’evento hanno partecipato proponendo degustazioni ai tanti intervenuti.

«E’ questa la dimostrazione che le donne, al pari degli uomini, hanno capacità di intraprendere e di promuovere  gli apparati produttivi. L’esempio della famiglia Distasi merita attenzione perchè dimostra anche la volontà di non arroccarsi su posizioni pure di prestigio», sottolineaPatrizia Caputo, del Comitato provinciale per l’imprenditorialità femminile. 

Diversi i rappresentanti delle istituzioni e delle attività produttive che hanno preso parre all’incontro.Franco Alfieri, sindaco di AgropoIi: “Iniziative imprenditoriali che tendono a promuovere lo sviluppo del territorio sono da apprezzare e sostenere. E se protagoniste, grazie alla felice intuizione della azienda Bevande Vitantonio,  diventano le donne impegnate in un settore importante come quello del beverage ecco che non possiamo sottrarci al doveroso impegno istituzionale di accompagnare eventi come quello ad Ogliastro Cilento frutto di investimenti privati da parte di chi dimostra di saper fare rete sul territorio con gli attori della filiera produttiva. In tale ottica siamo pronti a forme di collaborazione, soprattutto per quanto concerne iniziative da realizzarsi ad Agropoli per destagionalizzare gli stessi flussi turistici”. Francesco Palumbo, sindaco di Giungano: “Quando una azienda si mette a disposizione del territorio per promuoverlo ed incentivarne la crescita è il segno di una maturità imprenditoriale che merita attenzione. Plaudo, quindi,allo sforzo della Bevande Vitantonio che, in virtù anche dell’impegno a livello nazionale dell’amministratore Antonietta Di Stasi nel Consozio Cda, si dimostra capace di puntare pure sulla formazione degli addetti nel settore beverage. Da anche presidente del Patto territoriale Magna Graecia, spero che altri seguano questo percorso. Ed a livello istituzionale offriremo il supporto utile per non disperdere il significato e la valenza di giornate come queste”.  Onofrio Pippa, consigliere delegato del Comune di Ogliastro Cilento: “La Bevande Vitantonio è tra i fiori all’occhiello delle attività produttive operanti nel nostro comprensorio e la volontà della famiglia Di Stasi di fornire ulteriori momenti di sviluppo sociale ed economico è significativa della bontà della loro azione imprenditoriale. Il sapersi rapportare anche con realtà imprenditoriali diverse e con un Consorzio operante in ambito nazionale come il Cda rappresenta al meglio il risultato di una capacità frutto anche di tanti sacrifici. Sin da ora ci dichiariamo disponibili a formule di collaborazione che possano ulteriormente incrementare una azione propulsiva a vantaggio delle nostre comunità locali”. Patrizia Caputo, componente del Comitato provinciale della Camera di Commercio di Salerno per l’Imprenditorialità Femminile: “Offrire uno spaccato reale delle imprenditrici che sul territorio con caparbietà operano per promuovere le loro aziende e lo sviluppo occupazionale è motivo di merito per l’azienda Bevande Vitantonio ed il suo amministratore Antonietta Di Stasi. Si è quindi potuto comprendere che fare rete è possibile ed offre risultati di rilievo, pure in attività come quella del bevarage la cui connotazione nell’immaginario collettivo è prettamente di segno maschile. E’ chiaro, quindi, che non mancheremo di cooperare per nuovi momenti di confronto come quello a cui abbiamo preso parte ad Ogliastro Cilento”. Aldo Crudele, responsabile Urp Camera di Commercio di Salerno: “Il nostro ente camerale segue con attenzione i momenti della formazione e della comunicazione, quindi con assoluto piacere abbiamo registrato la capacità della azienda Bevande Vitantonio di modulare iniziative proiettate ad offrire una sempre migliore qualità dell’offerta aziendale propria e delle altre imprese con cui interagisce. E’ il segno di una valida analisi del territorio e di una programmazione attenta alle necessità concrete di chi su di esso è impegnato in attività produttive”.  Antonio Marino, direttore generale Bcc Aquara: “E’ piacevole prendere atto che esistono imprenditori capaci di puntare sulla qualità e sulla formazione in un momento storicamente caratterizzato da condizionamenti economici non positivi. Invece la famiglia Di Stasi coglie al meglio le opportunità offerte dall’innovazione e si propone come capofila non solo della filiera del beverage. Il tutto operando sul territorio e sulle professionalità in esso esistenti, segno di una sensibilità che valica l’aspetto puramente imprenditoriale. E’ con realtà come queste che anche il mondo del credito deve confrontarsi, per una concreta azione votata all’esaltazione delle eccellenze”.