Multe, aumenti nel 2011, c´è da pagare sempre di più

0

Il 2011 non è solo l’anno degli aumenti sulle assicurazioni, il quadro allarmante per le tasche dei cittadini lo fa assionline.it, scrive: come da Decreto interministeriale pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana-Serie Generale n. 305 del 31/12/2010 ai sensi dell’art. 195, viene disposto l’adeguamento biennale delle sanzioni amministrative pecuniarie previste dal Codice della Strada, il quale ha trovato applicazione già dal l0 Gennaio di quest’anno

L’aumento era programmato, poichè ogni due anni gli importo delle sanzioni vengono aumentati a seconda della variazione dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (media nazionale) verificatasi nei due anni precedenti attraverso rilevazioni Istat.
Non tutte le contravvenioni del Codice della Strada hanno subito aumenti, ma solo quelle che non avevano subito ritocchi nei 2 anni precedenti. Sul sito della Polizia Stradale è possible consultare l’elenco completo con i nuovi importi relativi a tutte le contravvenioni
Per citarne alcune che hanno subito aumenti troviamo:il divieto di sosta (art. 158), passare con il semaforo rosso (art. 146), usare il cellulare senza auricolare o vivavoce (art. 173).
Ecco invece alcuni esempi di ritocchi ad aumentare:

•Ove era prevista la sanzione da € 23 a € 92 la stessa aumenta da € 24 a € 94.
•Ove era prevista la sanzione da € 37 a € 150 la stessa aumenta da € 38 a € 154.
•Ove era prevista la sanzione da € 38 a € 155 la stessa aumenta da € 39 a € 159.
•Ove era prevista la sanzione da € 47 a € 92 la stessa aumenta da € 48 a € 94.
•Ove era prevista la sanzione da € 70 a € 285 la stessa aumenta da € 72 a € 292.
•Ove era prevista la sanzione da € 74 a € 299 la stessa aumenta da € 76 a € 306.
•Ove era prevista la sanzione da € 77 a € 305 la stessa aumenta da € 79 a € 312.
•Ove era prevista la sanzione da € 78 a € 311 la stessa aumenta da € 80 a € 318.

Come già detto più volte, sicuramente il 2011 è l’anno degli aumenti e l’r.c.auto è solo uno dei tanti settori che hanno subito rincari consistenti. Siamo certo che torneremo a parlare di rincari nel corso dell’anno, dopo le assicurazioni, l’IPT stiamo solo aspettando i prossimi aumenti purtroppo. g.f.

Lascia una risposta