CAVA DE TIRRENI. Il Pd boccia il Bilancio 2011: pesa come un macigno

0

Ieri, martedì 31.5.2011, si è riunito il direttivo del circolo Pd “25 aprile”di Cava de’Tirreni, per analizzare il Bilancio preventivo già oggetto di pesanti rilievi da parte dei revisori dei conti e che la maggioranza intende far approvare in Consiglio comunale il prossimo lunedì. Il quadro è estremamente chiaro. Il Bilancio risulta una copia fedele dello stato confusionale ed approssimativo in cui da troppo tempo versa l’amministrazione Galdi. Pesa come un macigno la inspiegabile scelta di indebitare, per circa 4 milioni di euro, i cittadini cavesi per l’acquisto dell’ex Cofima senza che, per altro, sia stato ancora chiarito l’utilizzo che l’amministrazione Galdi intende fare della struttura. Si cerca di recuperare i soldi svendendo i Beni comunali che rappresentano la storia cavese. Il Pd si opporrà, insieme ai nostri concittadini, con tutte le sue forze a questa scelta scellerata. Non si può offendere la tradizione e l’onore di Cava de’Tirreni scippando alla città i suoi “gioielli”(vedi complesso monumentale San Giovanni). Vergognoso è anche il taglio ai fondi per le politiche sociali e ai servizi che ne derivano. Si preferisce assecondare le velleità festaiole di qualche assessore invece di sostenere le fasce deboli che più di tutte stanno soffrendo per la crisi economica. Con una forte azione politica fatta di movimento, partecipazione, presenza sul territorio, manifesti, volantini, il Pd spiegherà tutto ai cittadini cavesi. Intanto lunedì, il gruppo consiliare porterà avanti un forte e decisa battaglia e vedremo fra i banchi della maggioranza chi si assumerà la responsabilità di votare questo disastro che potrebbe portare in futuro anche a un dissesto finanziario. Cava non merità tutto questo…

CAVAREPORTER

SCELTO DA MICHELE PAPPACODA