Vatolla-Perdifumo, agricoltore intossicato, fuori pericolo

0

Si era alzato all’alba, mattiniero, come sempre, Giuseppe M., agricoltore; c’era da irrorare il suo terreno, un brutto lavoro, pericoloso; con una miscela di acqua e composto chimico; 3 ettari nella campagna, uliveto, per far seccare l’erba, quindi bonificare la terra prima della calura estiva ed evitare rischio incendio.

Il lavoro è durato poco;sSi è sentito male, giramento di testa, vomito, sintomi chiari di un principio di intossicazione; ha chiamato con il cellulare il fratello, imprenditore oleario, ricoverato all’ospedale di S.Arsenio; Vallo di Diano; prima diagnosi; una lieve intossicazione, probabilmente l’agricoltore stava irrorando il campo senza la prescritta mascherina protettiva, Giuseppe è stato dimesso dopo appena 24 ore, solo paura. (Giovanni Farzati)

Lascia una risposta