TURISMO: CUCINA E TEATRO AL FESTIVAL DELLE ISOLE DI NAPOLI PROMOSSO DALLA CAMERA DI COMMERCIO. IN 18 RISTORANTI I ´MENU´

0

CAPRI. Enogastronomia e teatro ‘made in Napoli’ sono il leit motiv della terza edizione del Festival delle Isole di Napoli, in programma da oggi e fino a domenica. Location, ovviamente, Procida, Ischia, Capri. L’evento, promosso e finanziato dalla Camera di Commercio di Napoli e organizzato dalla sua azienda speciale Com.Tur, mira a promuovere le località del Golfo partenopeo proponendo il binomio cucina e teatro. “La manifestazione – ha spiegato il presidente dell’ente camerale Maurizio Maddaloni – vuole essere un modo originale per far conoscere all’estero le nostre tradizioni enogastronomiche e culturali con l’obiettivo di far vedere e toccare con mano le nostre bellezze, i nostri sapori, il patrimonio artistico”. All’iniziativa, per quanto riguarda la parte enogastronomica, hanno aderito 18 ristoranti delle tre isole che proporranno, a prezzi agevolati, i ‘menu’ di scenà, ricette tratte da capolavori teatrali o creati in onore di attori, registi, opere. Per quanto riguarda, invece, la parte teatrale, la compagnia ‘Studio 19’, proporrà la rappresentazione ‘Civico 19’, lavoro tratto dalle opere ‘Filomena Marturano’ e ‘Non ti pago’ di Eduardo De Filippo. Gli spettacoli, a cui si accede gratuitamente, andranno in scena il 26 maggio ad Anacapri nella nuova sala polifunzionale del Comune, il 27 a Procida al Procida Hall e il 28 a Ischia al cinema Excelsior. A precedere le tre rappresentazioni, il 25 maggio serata di gala con gli attori Patrizio Rispo, Katharina Hauter e Lorraine Toussaint cui sarà conferito un premio. La serata, con menù degustazione dedicato al teatro realizzato dallo chef Giuseppe D’Abundo, sarà preceduta da uno spettacolo musicale con Sal Da Vinci. “Con questo evento – ha detto il presidente di Com.Tur, Roberto De Laurentiis – miriamo a promuovere turismo e commercio, settori che devono camminare insieme perché, nonostante le difficoltà che sta vivendo il nostro territorio, è necessario lavorare per abbattere l’immagine negativa diffusa della città”. Alla presentazione della manifestazione, numerose testate di carta stampata, tv e radio straniere.

L’INFORMATORE POPOLARE

SCELTO DA MICHELE PAPPACODA