Tremonti, spiaggie? non me ne frega un tubo, okei ai distretti turistici

0

  «I fattori scatenanti della crisi finanziaria sono tutti in piedi – ha detto oggi il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti – Tra questi, la finanza fine a se stessa, la derivazione finanza, la deviazione della finanza».

«Pittoresca l’attenzione per le spiagge: non me ne frega un tubo». «Per lo sviluppo abbiamo fatto un decreto l’altro giorno, ed è pittoresco» quanta attenzione sia stata data al tema delle spiagge – ha detto Tremonti – Delle spiagge non me ne frega un tubo, posso dire ora. Quello che importa sono i distretti turistici».

«L’economia illegale ha ancora una quota rilevante in Italia – sostiene il ministro – Abbiamo un’economia che è in parte dominante ma abbiamo ancora una quota di economia illegale molto forte».

«Il problema resta la questione meridionale». «Uno dei grandi problemi dell’Italia resta quello del Meridione – ribadisce Tremonti – Il Nord Italia è la regione più ricca d’Europa, mentre il Sud è una realtà che va indietro e non avanza. Bisogna fare di più. E’ un fatto politico. I fondi europei non vengono spesi e questo è un problema. Quest’anno stiamo rischiando di perdere 6 miliardi non spesi, ecco perché vorremmo usare quei soldi per il credito di imposta nel Mezzogiorno. condensato dal Mattino