Dipinti restaurati al convento di S. Francesco a Maiori

0

Presentazione dei restauri dei dipinti nel Complesso Francescano di Maiori dal 2007 al 2011

Domenica 15 maggio 2011 ore

19.00

 

Chiesa di S. Francesco Maiori (SA)

 

Domenica 15 maggio alle ore 19.00 sarà l’occasione per la Famiglia francescana di Maiori di presentare il restauro di alcuni dipinti patrimonio della chiesa. Interverranno alla presentazione  Padre Giovanni Caruso, Lina Sabino, rappresentante della Soprintendenza BSAE di Salerno, che descriverà l’iter del restauro della tela di  Girolamo Cenatiempo “L’’Adorazione dei Magi” e Donato Sarno del Centro di Storia e Cultura amalfitana che relazionerà sul tema: “La devozione dei maioresi verso l’ideale francescano espressa attraverso l’arte”.  

Il complesso di S. Francesco a Maiori è un vero scrigno di tesori: opere d’arte che ne fanno uno dei vanti, non solo di Maiori, ma di tutta la Costiera amalfitana. La famiglia francescana nel continuare la propria missione indicatale nell’esempio del santo fondatore,  è impegnata a salvaguardare queste testimonianze che ci tramandano la fede e la passione di tanti benemeriti uomini che attraverso l’amore per l’arte e la ricerca del bello hanno voluto affermare il primato di Dio e il bisogno della preghiera e della contemplazione. Da anni sono stati promossi una serie di interventi per tentare di conservare e valorizzare l’immenso patrimonio custodito nel convento. Dopo i restauri presentati all’interno dell’Agenda francescana 2008, l’opera di recupero sta continuando.

I restauri sono stati affidati alla giovane Paola Trimarco, specializzata in Conservazione e restauro dei beni culturali,  ed alla qualificata esperienza di Alessandra Cacace, Francesca Mastro e Karin Tortora, formatesi all’Istituto centrale del Restauro di Roma, che svolgono la loro decennale attività nel cuore del Centro storico di Napoli, in stretta collaborazione con i principali enti nazionali.  I dipinti ad oggi restaurati sono: L’adorazione dei Magi di Girolamo Cenatiempo (1705 – 1742); San Giuseppe di autore ignoto (sec. XV – XVI); Immacolata tra Santa Margherita e Santo Francesco di Scuola napoletana (XVIIsec.); Cristo crocifisso di autore ignoto (XVIII – XIX); Natività di autore ignoto (XVIII sec.).

 

Lascia una risposta