Cede con onore la MSC Crociere

0

Combattuta partita contro il Corigliano

 

Pallavolo – Serie B1/Maschile – Girone C – 26^ Giornata – 13 ^ Ritorno

 

MSC CROCIERE – CAFFE’ AIELLO CORGLIANO     2 – 3

 

( 17 – 25 / 26 – 24 / 25 – 20 / 15 – 25 / 15 – 17 )

 

MSC CROCIERE: Ricciardello 7, Costa 6,5, Cuccaro 6,5, Scialò 7, Bassi 6,5, Panetto 6,5, Esposito 6,5; Benedetto (sv), Miccio (sv), Amitrano (sv); Lauro (ne), Astarita (ne)                                                        Allen: Russo Paolo.

 

CORIGLIANO: Spescha 6,5, Czekiel 6,5, Di Giorgio 6,5, Santucci 6,5, Muccio 6,5, Diaz 7, Viva 6,5; Porcello 7, Falcone 6,5, Shelepauyk 6, Di Pasquale 6,5, Guido 6, Casciaro 6.  

 

1° Allen: Nacci Vincenzo;  2° Allen: Gonella Carlo.

 

1° Arbitro: Proietti Debora (TR);   2° Arbitro: Tovi Fabio (TR)

 

NOTE: Serata serena, 18°; Parquet buono, spettatori 300 circa (200 da Corigliano Calabro)

 

Era l’ultima gara in casa e la squadra di mister Russo Paolo si ergeva ad arbitro della disputa per la qualificazione ai play off promozione tra il Medical Potenza ed il Caffè Aiello Corigliano. Entrambe erano appaiate a 55 punti ed una di loro doveva fare compagnia al Molfetta, al quale bastava solo un punto per centrare l’obiettivo. Mentre i calabresi dovevano per forza di cose, come il Potenza, vincere. Così tra la squadra della costiera e quella calabrese ne è nata una partita vibrante, combattuta ed a viso aperto, con gli ospiti che supportati da circa 200 tifosi ce l’hanno messa tutta fino alla fine. Ma purtroppo con tutto l’impegno profuso non c’è stato nulla da fare, perché la squadra potentina ha battuto nettamente il Mymamy Reggio Calabria con un secco 3-0, accedendo così ai play off. D’altro canto gli uomini di mister Russo ci hanno messo il loro impegno come fanno solitamente, giocando alla pari contro i quotati avversari.

  

 

LA GARA – Con un tifo ospite che surclassava quello casalingo, la gara è equilibrata, giocata punto a punto e con vari botta e risposta. E lo si vede fin dalle prime battute, quando da un lato Ricciardello e Diaz dall’altro, hanno avuto a loro favore delle buone ed efficaci palle messe a terra. La caparbietà dei locali si scontra con la grinta e la voglia dei coriglianesi, e così la partita ne gode in varie fasi, specie in quelle di ricezioni difensive. Qualche buon attacco dei vari Spescha e Diaz frastornava i locali che in qualche occasione sotto rete non capivano nulla. Questo metteva in difficoltà la squadra della costiera che doveva cedere il primo set. Nel secondo la musica iniziale era sempre la stessa, con la partita equilibrata e giocata punto a punto. In qualche frangente gli uomini di mister Russo erano vulnerabili in difesa,  ma questo non era fatale perché sotto rete sia Panetto, Cuccaro che Costa mettevano a segno dei match ball vincenti. Il distacco era di tre punti, ma i calabresi con le buone battute di Spescha e con qualche palla fortunata si rimettevano in carreggiata. Il morale dei rossoneri era alto e la gara era tirata ed aperta fino alla fine, con gli ospiti che rientravano in partita inducendo i locali ad un finale al cardiopalma. E dopo una vivace contestazione ospite verso il primo arbitro una murata dei locali chiudeva il set. Il terzo si giocava punto a punto, contornato ancora da qualche contestazione coriglianese sia in campo che da parte dei supporters. E ne faceva le spese Porcello che veniva ammonito e dava il punto ai biancoazzurri. Alla efficaci murate di Costa e Scialò con Panetto, si contrapponevano le efficaci battute di Santulli, la partita si giocava anche ai time-out ed era sempre vivace ed equilibrata. Ma alla fine aveva la meglio la squadra di mister Russo. Nel quarto set i bollori scemavano perché ormai i rossoneri non avendo conquistato il punto che serviva, quello per continuare a sperare in una qualificazione ai play off, ammainavano la bandiera della speranza. Qualche tifoso ospite abbandonava il Palatigliana ritornandosene mesto verso casa. I locali dopo aver speso molto si affievolivano dando il set al Caffè Aiello. Il tie-break rispecchiava l’andazzo del match, equilibrato e giocato punto a punto fino al 17-15 per i rossoneri, che vincevano ma non potevano partecipare ai play off, nei quali va avanti il Medical Potenza.

       

  Ricciardello           Costa             Spescha            Viva

 

SALA STAMPA – Nell’ultima ara casalinga mister Russo analizza la partita così: “Che quando giochiamo con le prime della classe abbiamo una motivazione in più. Dopo essere stati schiacciati nel primo set, nel quale ci hanno massacrato, abbiamo forzato le battute per cercare di limitare i loro attacchi con Spescha e Diaz”. “Nel terzo set –continua- la squadra del Corigliano ha attuato alcuni errori che gli sono stati fatali e noi abbiamo avuto la strada libera. Mentre nel quarto abbiamo accusato un calo perché non ci alleniamo con costanza”. E dopo questa gagliarda e tosta partita il tutto è rimandato alla seconda partecipazione in Serie B1, ma con qualche interrogativo che verrà sciolto in questi mesi dal presidente Evangelista.

 

GIUSEPP SPASIANO

 

 

Lascia una risposta