Dal Vesuvio a Monte stella, il comune di Ogliastro Cilento promuove musica e canto

0

 

La cultura attraverso il linguaggio della musica

 

Si sono da poco concluse le iscrizioni al 2°Concorso Nazionale per cori e strumenti “Dal Vesuvio al Monte Stella-La Musica che Unisce- Cantare e suonare? Si, Grazie!” che si terrà dal 9 al 15 Maggio 2011 ad Ogliastro Cilento (SA). Il Concorso-Festival è rivolto a tutti gli allievi delle scuole primarie, secondarie di 1° e 2° grado, Scuole Medie ad indirizzo musicale, statali e non, a tutte le associazioni che operano nel campo della musica e della coralità presenti sul territorio nazionale.

Partendo dal presupposto,ì che la musica è linguaggio e le sue manifestazioni varie e diffuse sono strettamente legate alla nostra vita quotidiana, alla nostra necessità espressiva di vita sociale e di integrazione nella natura, il Concorso sosterrà l’importanza che hanno l’approfondimento e l’arricchimento del linguaggio musicale nella fase evolutiva dei bambini. “Dal Vesuvio al Monte Stella” è diventato Patrimonio dell’Unesco e si avvale dell’Alto Patrocinio del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, Il Presidente del Senato e della Camera, la collaborazione del MIUR attraverso Il Comitato per l’Apprendimento pratico della Musica, USP di Salerno, USR per la Campania e nell’edizione 2010 ha visto la partecipazione di circa 50 scuole ed altrettanto solisti soprattutto provenienti dalla Regione Campania per un totale di circa 1200 alunni e 70 referenti e loro direttori.

Esso nasce da un progetto integrato al POF dell’Istituzione Scolastica dall’omonimo titolo, sostenuto e deliberato all’unanimità dal Collegio dei Docenti e dal Consiglio d’Istituto.

Il progetto intende sostenere e valorizzare ad Ogliastro Cilento, Prignano Cilento e Cicerale esperienze innovative e significative in ordine alla diffusione della cultura musicale nella Scuola Primaria e Secondaria di 1° e 2° grado nella duplice articolazione della pratica e della fruizione. Saranno sette giorni di intensa attività, che si concluderanno con una serata finale, durante la quale si vedranno  sfilare sul palco le 12 scuole finaliste provenienti da tutt’Italia per contendersi il primo, il secondo e il terzo premio assoluto sulle quattro categorie predisposte nel regolamento del Concorso.

Anche quest’anno, la notevole affluenza di cori, orchestre, solisti, duo, quartetti, band renderà questa manifestazione, un’occasione concreta di incontro fra bambini, ragazzi, giovani e i loro direttori, desiderosi di momenti di confronto e di crescita culturale per sé stessi e per i loro coristi e strumentisti.

La consapevolezza di sentirsi parte integrante di un sodalizio, di un “insieme” dove tutti-qualunque sia il repertorio, la competenza amatoriale e/o professionale- possono condividere, scambiare, confrontare le proprie esperienze musicali fondendo insieme cultura, tradizione, interculturalità, innovazione, sperimentazione e soprattutto gioia del Canto Corale e del far musica insieme.

I coristi e gli strumentisti si ritroveranno, ed assieme, cercheranno di portare avanti questo sogno di una realtà regionale sempre più viva, presente, dinamica e che per questo ha bisogno del contributo importante e fondamentale di ognuno di noi.

Francesco Toto.