AMALFI ANCORA SENZA TURISTICO I GENITORI IN CORTEO A FINE CAMPAGNA ELETTORALE

0

 La Provincia non si decide a ratificare l’accordo con la Curia Arcivescovile, per la locazione dei nuovi locali che dovranno essere la futura sede dell’Istituto tecnico per il turismo, e genitori e alunni, per sollecitare l’iter burocratico, scendono in piazza. • La decisione di sfilare in corteo giovedì 12 maggio, è stata presa dall’Assemblea dei genitori, per tutelare i circa cinquecento alunni che frequentano la scuola superiore. I quali, il prossimo anno, potrebbero trovarsi senza sede, per via dello sfratto esecutivo che pende su Villa Savo, la storica sede dell’Istituto. Perciò, per protestare contro l’assurda situazione, i genitori hanno deciso di passare alle vie di fatto e di organizzare un corteo pacifico che, partendo dalle varie sedi dell’Istituto, si snoderá lungo la principale via di accesso alla Costiera, per terminare in piazza Duomo ad Amalfi. «Dallo scorso dicembre – spiega il presidente del consiglio d’istituto, Bartolo Lauro – si sono svolte ben tre riunioni presso l’assessorato Provinciale, durante le quali sono state stabilite tutte le modalitá che avrebbero dovuto accorpare, entro il 2013, l’intero Istituto presso il Seminario di Amalfi. In quella sede è stato anche detto che, entro ottobre, sarebbero dovuti iniziare i lavori di ristrutturazione del fabbricato. Gli accordi sono stati presi alla presenza dei responsabili della Curia che, da subito, hanno mostrato la massima disponibilitá, anche economica, per definire la transazione». Da allora, invece, la situazione è in una fase di stallo, a causa dei problemi giudiziari del funzionario dell’Ente provinciale che avrebbe dovuto portare a termine la trattativa. «Noi genitori- sottolinea Lauro – proprio per questo motivo, abbiamo pazientato due mesi, cercando la via diplomatica per avere risposte concrete». Fino ad oggi, però, a quanto pare, nessuno avrebbe mosso materialmente un dito e, perciò, è stato deciso, di manifestare. (g.d.s.)