PIANO DI SORRENTO ELEZIONI 2011. MENO SETTE. SUCCESSO DEI GAZEBO DI RUGGIERO IACCARINO ATTACCA ZURINO

0

Continuiamo il nostro percorso quotidiano fra i tre candidati che riportiamo tutti nello stesso articolo. Questa volta apriamo nel titolo con il sindaco uscente. Nel rispetto della par condicio abbiamo dedicato prima un post a Giovanni Iaccarino poi a Lorenzo Zurino ora è la volta di Giovanni Ruggiero per la scelta indovinata della politica dei “gazebo”.

Giovanni Ruggiero Oggi ha cominciato (diremo non a caso) con la Trinità. Giochi per i bambini, incontro con i candidati, esposizione del programma, con una bella giornata che ha attirato tanti. Insomma, alla fine la scelta di evitare i comizi, non solo per motivi strategici, si è rivelata un successo (in serata pubblichiamo foto che per motivi tecnini non siamo riusciti a inserire, ndr). Da evidenziare oggi i due pezzi forti di Ruggiero, Pasquale D’Aniello che ha scelto di intervenire su positanonews con una intervista e il medico Vincenzo Iaccarino che viene preso di mira e attaccato per l’idea dell’ospedale unico. Lavorano defilati Maurizio Gargiulo, Rosa Russo, Cappiello e Gargiulo che con Daniele Acampora sono gli aspiranti assessori (cinque posti, ndr) . Ruggiero poi dopo gli attacchi di Scotti di intrecci negli uffici tecnici e sulle consulenze controbatte affermando la sua onestà

 

Giovanni Iaccarino sta continuando invece gli incontri e dopo il comizio espolivo di ieri con uno Scotti scatenato (senza entrare nel merito delle cose dette è indubbiamente un personaggio e un gran oratore. Un pezzo di storia politica carottese…) e attacca Zurino di far da lista civetta con un documento dove il 4 maggio risulta che Zurino è consigliere delle politiche sociali (come dice il sito di Ruggiero), inoltre Mascalzone Latino scopre che l’immobile di Aponte dato in locazione al Comune è sublocato alla Capitaneria per una cifra inferiore a quello che si dovrebbe per cui sono i cittadini a subire tali spese. Due post poi dalla “penna avvelenata” Gaetano Maresca dal blog In Città che riportiamo per estratto e invitiamo a leggere sul suo sito …Campania a rottamare il transatlantico di PIANO FUTURA. L’Assessore Giovanni Romano (Ambiente) e Marcello Taglialatela (Urbanistica) hanno presentato oggi al Centro Direzionale il nuovo piano paesaggistico “per valorizzare il territorio”. ”Per governare il territorio abbiamo bisogno di piani paesistici che lo valorizzino rispettandone […] OMERTA’ Non aspetto il tre di maggio per “celebrare” la libertà di stampa. Lo faccio tutti i giorni a mio rischio e pericolo e sarei contento se quelli che parlano di pressioni, coercizioni, intimidazioni e ricatti, piuttosto che lamentarsi solo per un giorno, tra l’altro in maniera generica, avessero… Notiamo negativamente che nel sito di Iaccarino manca Positanonews  e quello del candidato Antonio D’Aniello vera novità elettorale.

Lorenzo Zurino ci ha mandato un comunicato che pubblichiamo. Riccardo Villari ci sarà! Anche questa volta e anche questa volta con Lorenzo Zurino. Dopo aver presenziato ai precedenti incontri del candidato sindaco della lista civica “Piano Viva”, entrambi tenutisi nella meravigliosa cornice della ottocentesca e neoclassica Villa Fondi (27 marzo e 30 aprile scorsi), il senatore ha deciso che chiuderà la campagna elettorale in quel di Piano di Sorrento, e ancora al fianco del giovane Zurino. Ricordiamo che in data 30 aprile, in occasione della presentazione ufficiale della lista, Zurino e squadra hanno trovato notevole riscontro presso gli elettori, lasciando probabilmente un segno anche nell’animo e nella coscienza civica di Riccardo Villari. Recentissima la nomina per il senatore Villari a sottosegretario di Stato al Ministero dei Beni e delle Attività culturali, questi incontri rivestono un’importanza unica nello scenario politico ed elettorale locale. Il viceministro ha fatto la scelta giusta: ha deciso di dare fiducia ai giovani e non a un giovane qualunque, bensì a colui che ha già vinto la sua battaglia, quella di presentare una lista tutta sua, andando incontro a rischi e critiche di ogni tipo. Bene. Questa è la riprova della giustezza della sua causa. In un paese che si affaccia al nuovo è meglio che questo nuovo lo si affronti con il coraggio e l’intraprendenza dei giovani. Dunque, in chiusura della campagna elettorale, precisamente in data 13 maggio cm, il “disobbediente sindaco” potrà fare affidamento su qualcuno che, pur essendo “più in alto” di lui, ha deciso di “disobbedire” insieme a lui! La squadra dei giovani ora fa paura davvero. Il fururo è nelle loro mani e nelle nostre scelte; ma dobbiamo sapere che a ogni scelta corrisponde una rinuncia. Quindi, cari concittadini, scegliete e insieme scegliamo bene per rinunciare anche bene.