Sesso politica religione e altre cose sporche. Ogni mercoledì sarà Satiriasi al Marianiello

0

Filippo Giardina ci ha sconvolti.. sesso, e politica, esplicita.. senza ne se e ne ma.. la satira che mette a nudo tutti (anche il povero giornalista che si è trovato in prima fila) può piacere o non piacere, ma è stato un monologo di straordinaria bravura. Ed un bravo forte fa a Nello Russo perchè continua a proporre nuove inziative anche sperimentali…Il mercoledì sarà il mercoledì del Marianiello a Piano di Sorrento con pubblico che verrà non solo dalla penisola sorrentina per questa idea originale e trasgressiva che poteva venire solo al vulcanico Nello Russo nel suo locale fucina di cultura a 360 gradi, cibo-vino-arte-pittura-musica dla vivo e ora Satira..Da non perdere ossigeno per la mente..

“Satiriasi – L’Officina della Satira” nasce da un’idea di Filippo Giardina e Stefano Augeri. La voglia di esplorare il mondo dello “Stand Up Comedy”, il genere di comicità corrosiva che vede il comico, solo, con un’asta, un microfono e il suo bagaglio di vissuto, ha incontrato subito il favore di moltissimi professionisti della comicità italiana.

La scommessa è di testare dal vivo le possibilità di questa forma comunicativa che in tutto il mondo è sempre più florida e vitale, mentre in Italia, fatte pochissime eccezioni, non ha mai realmente attecchito. La sfida è difficile, saranno in grado i comici di reggere il confronto con lo stile che ha sfornato maestri assoluti come Lenny Bruce, George Carlin, Bill Hicks e moltissimi altri? Il pubblico italiano è pronto a ridere di una satira adulta che si nutre di abissi marci e profondi e mina certezze e pregiudizi? L’esperimento è ospitato dal Marianiello tutti i mercoledì sera del mese di maggio 2011…

PRIMO APPUNTAMENTO
mercoledì 04 maggio, ore 21:30

FILIPPO GIARDINA
“Solerte Accidia – Sesso politica religione e altre cose sporche”
di e con Filippo Giardina
http://www.filippogiardina.com/

“Solerte Accidia – Sesso politica religione e altre cose sporche” è il quarto monologo satirico di Filippo Giardina, fondatore di “Satiriasi – L’Officina della Satira”, primo esperimento italiano di stand-up comedy. Una comicità feroce come nella migliore tradizione dello stand up comedy americano, in uno spettacolo rigorosamente vietato ai minori di 18 anni.
Un’asta, un microfono e la satira. Sesso, politica e religione vengono trattate con l’ingenuità di un bambino che non ha paura dell’autorità e le “spara grosse” per divertirsi, divertire e abbassare le difese.
Partendo dalla pornodipendenza creata dalla banda larga, attraverso un caustico racconto sulla propria famiglia devastata e devastante, Filippo Giardina parla di droghe leggere e leggi pesanti, fa un fulminante riassunto di 18 anni di storia italiana in 8 minuti, si perde in un attacco delirante alle persone che si sentono migliori delle altre, fino ad arrivare a dire di Dio “Perdoniamolo perché non sa quello che fa…”.
Uno spettacolo senza retorica, senza morale ma che pone una domanda scomoda: siamo proprio sicuri di sapere ancora quello che ci fa ridere?

Comico, attore, autore, co-regista di un film, cantante di una canzone, buon giocatore di biliardo e tresette.
Si esibisce in teatri, balere, piazze, pizzerie, sagre, matrimoni, programmi tv da 4 soldi e festival truccati, cercando di fare satira laddove sembrava impossibile. Ed effettivamente lo era, lo è, ma tutt’ora è il suo mestiere.
Scrive un libro di poesie di umorismo gastronomico.
In totale spregio del profitto, si chiude in una cantina per 2 anni con Mauro Fratini per trasmettere su internet il programma “Non Rassegnata Stampa”, la resistenza della satira libera in italia. 207 puntate, le sit-com “Preti” e “Le Pippe”, un discorso alla nazione e una 24 ore in diretta web ricostruendo un anno di storia in chiave satirica.
La depressione non si placa e con Alfredo De Marco scrive interpreta e dirige il suo primo lungometraggio “Successo in 100mq”, un film marcio e disturbato. Per lanciare il film nasce “100mq la prima trasmissione su facebook” 13 puntate per raccontare 15 mesi di lavoro in un film di 78 minuti a costo zero.
Dilaniato dal mondo circostante, scrive e canta la ballata di protesta “In Italia la cultura non è più una cosa seria”.
Oggi respira con più calma, si agita un po’ meno e concentra le sue nevrosi in “Satiriasi-L’Officina della Satira”.

CONSUMAZIONE MINIMA: Euro 5,00
CENA: Euro 10,00
GRADITA PRENOTAZIONE (tel. 081.8786283/cell. 333.5642707)

Lascia una risposta