Festa di San Rocco comunicato comune Sant´Agnello no alle accuse di Castellano

0

riceviamo e pubblichiamo In riferimento alle notizie diffuse sull’organizzazione della Festa di San Rocco a Sant’Agnello penisola sorrentina costa di Sorrento e alle accuse rivolte dal consigliere di opposizione Antonino Castellano all’Amministrazione Comunale, nello specifico al Sindaco Gian Michele Orlando e al vice sindaco Pietro Gnarra, questi precisano quanto segue: “Non si comprendono le ragioni di una campagna disinformativa posta in essere da alcune settimane su un evento estivo la cui realizzazione il Comune di Sant’Agnello non ha mai inteso pregiudicare. Nè peraltro fino a oggi è stata formulata un’esplicita richiesta nè opposto altrettanto esplicito diniego da parte dell’Amministrazione la quale, nell’ambito della programmazione e della redazione del bilancio 2011, ha solo evidenziato che, alla luce dei tagli finanziari imposti dal Governo e che hanno avuto e avranno una forte ripercussione sulla gestione degli Enti Locali, e quindi anche sul Comune di Sant’Agnello, occorre programmare tutte le iniziative tenendo presente le ridotte disponibilità finanziarie e l’opportunità di svolgere alcuni eventi con cadenza biennale, piuttosto che annuale, sia tenendo presente la situazione economica attuale, sia per garantirne un ulteriore crescita degli eventi medesimi. Stupisce peraltro che il consigliere Castellano, da sempre ferocemente critico nei confronti di spese per eventi e iniziative folkloristico-artistiche etc…,utilizzi strumentali polemiche proprio su questo fronte, ma con un intento diametralmente opposto. Ciò nuoce all’iniziativa stessa, all’interesse dell’Ente e alla sua legittimità a progettare la spesa nel più assoluto rispetto degli interessi dell’Ente e della Comunità. Dispiace inoltre che il Consigliere Castellano faccia uso di una terminologia inappropriata e offensiva nei riguardi degli Amministratori, oltre che di argomentazioni assolutamente non veritiere, al solo scopo di alimentare in modo strumentale le polemiche”. Il vice sindaco Pietro Gnarra inoltre dichiara che “in qualità di responsabile del settore turismo, non ho mai ricevuto formali proposte dagli Organizzatori di questo evento come credo sia utile al fine di consentirmi la programmazione delle attività assessoriali, piuttosto continuo a subire una serie di pressioni a mezzo stampa e da aprte di terzi che sicuramente non rientrano nei canoni di un corretto modo di intendere la gestione della cosa pubblica. Sono daccordo col Sindaco sull’esigenza di programmare che ci compete e giudico assolutamente strumentale, oltre che di cattivo gusto, far ricorso a certi metodi e a certi termini per attaccare il sottoscritto e l’Amminsitrazione comunale”.