Una positanese fra i fondatori del primo honda bar del mondo nato a Piano di Sorrento

0

Anche una positanese è fra le fondatrici del primo Honda Bar del mondo. Tea Mastellone (nella foto con Scala) da Positano in costiera amalfitana alla penisola sorrentina. Un’idea originale per una novità di spessore internazionale. Un locale che abbina la passione per le moto al piacere di trascorrere un’ora di relax. Il marchio che lo caratterizza è quello giapponese, ma l’ispirazione è di un imprenditore della costiera di lungo corso. Inaugurato l’altra sera a PIANO DI SORRENTO l’Honda Bar: non solo caffè ma un elegante show room destinato ad accogliere i centauri per passione e i motociclisti «eleganti» alla ricerca del gadget o del capo alla moda per cavalcare le potenti due ruote che fanno bella mostra nella vicina vetrina di Linea Moto. Un locale, come riporta il quotidiano Il Mattino di oggi a firma di Antonino Siniscalchi, destinato a quanti sanno apprezzare il piacere del drink o desiderosi di divagare tra lo snack, la caffetteria, la frutteria e la champagneria che propone il locale, articolato tra due livelli, con buona musica ed una accoglienza discreta. Un punto d’incontro pre e post discoteca, ma non solo, dove prevale il marchio Honda ed il colore rosso dell’azienda giapponese per questo originale lounge bar, il primo nel mondo realizzato con queste finalità. Per il vernissage dell’evento e congratularsi con il patron Franco Scala per la brillante iniziativa è arrivato a PIANO DI SORRENTO il direttore di Honda Europa, Tatsuhiro Oyama, accompagnato dal direttore generale di Honda Italia, Vito Cicchetti. «Questo locale – spiega Scala – nasce dall’esigenza di assistere il cliente non solo sotto l’aspetto commerciale. La nostra azienda che opera da quasi trent’anni in penisola sorrentina e da ventidue è concessionaria del marchio Honda è diventata un punto di riferimento importantissimo, al di là dell’ambito territoriale, con i nostri clienti si instaura un rapporto fondato su amicizia, fiducia e stima. Poter abbinare l’opportunità di provare una nuova moto e gustare un drink rappresenta una occasione unica. È questa l’idea che mi ha accompagnato verso questa nuova avventura che ha riscosso il consenso ed il plauso dei vertici della Honda». Franco Scala ha realizzato l’idea-progetto elaborando un percorso di facile impatto con gli ospiti. Accanto al dominante rosso Honda la leggerezza del bianco per tavolini e sedie che arredano il livello superiore del bar. Sul banco tre grandi schermi per poter assistere agli avvenimenti sportivi internazionali o visionare le performance della moto in prova e in gara. I rappresentanti dei vertici di Europa e Italia della casa giapponese sono rimasti talmente entusiasti del progetto che lo proporranno come opportunità di promuovere l’immagine aziendale anche in altre città e soprattutto come punto di incontro dei dei tour promozionali della Honda. «Vito Cicchetti – aggiunge Franco Scala – mi ha assicurato che presto tornerà nella nostra concessionaria con il pilota Marco Simoncelli»

Lascia una risposta